Atletica, Meucci: Mio 2016 dipende da antidoping, ho coscienza a posto
"Sono contro chi fa uso di doping e mi dispiace essere stato sbattuto in prima pagina al pari di chi lo fa", ha spiegato l'azzurro

"Il 2016 dipende dall'antidoping: io non sono preoccupato per l'audizione del prossimo 9 febbraio, ho la coscienza a posto. Non ho fatto uso di sostanze dopanti e non lo farò mai". Lo ha detto Daniele Meucci, interpellato sul suo futuro, a margine dell'Atletico We Run Rome 2015 che lo ha visto classificarsi secondo alle spalle del francese Florian Carvalho. "Sono contro chi fa uso di doping e mi dispiace essere stato sbattuto in prima pagina al pari di chi lo fa", ha spiegato l'azzurro, campione europeo di maratona 2014. Quanto alla sua prestazione nella manifestazione romana, è stato "un test di fine anno prima della preparazione in Kenya andato più che bene. Sono rientrato dopo appena un mese di allenamenti e questo percorso mi ha fatto faticare, soprattutto sulla velocità, ma sono contento", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata