Asian Games, scandalo luci rosse per quattro atleti giapponesi
Notte con prostitute per i cestisti. Grande imbarazzo per il Paese

Quattro giocatori di basket giapponesi hanno abbandonato in anticipo i Giochi asiatici dopo aver trascorso una notte con delle prostitute. I giocatori sono stati avvistati in un noto quartiere a luci rosse di Jakarta con indosso le divise della nazionale, hanno comunicato i funzionari del Joc, il Comitato olimpico giapponese, aggiungendo che ai quattro era stato ordinato il rientro immediato. La notizia dell'espulsione di Yuya Nagayoshi, Takuya Hashimoto, Takuma Sato e Keita Imamura rappresenta un grave imbarazzo per il Giappone, che ospiterà le Olimpiadi a Tokyo tra due anni.

"Provo un senso di vergogna", ha detto ai giornalisti il capo delegazione Yasuhiro Yamashita. "Ci scusiamo profondamente". I giocatori avevano cenato dopo aver lasciato il Games Village lo scorso giovedì e si sono recati in un hotel con delle ragazze, "pagandole per i loro servizi", ha detto Yamashita, come riporta l'agenzia di stampa giapponese Kyodo. Lo scandalo è esploso dopo che i quattro atleti, che militano nella B-League giapponese, sono stati avvistati nel distretto a luci rosse da un giornalista del giornale nipponico 'Asahi Shimbun'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata