Argentina, Martino: Tevez ha meritato convocazione. L'Apache: Darò il massimo

Londra (Regno Unito), 11 nov. (LaPresse) - E' un Carlos Tevez raggiante e che vive un momento speciale quello che si è presentato a Londra per rispondere alla convocazione della 'sua' Argentina. L'Apache torna a giocare in Nazionale dopo tre anni in occasione dell'amichevole in programma domani contro la Croazia nel suo vecchio stadio di Upton Park. L'ultima apparizione dell'attaccante della Juve risale alla Coppa America del 2011. Parlando alla stampa argentina, Tevez ha ammesso che la nazionale gli è mancata molto. "Quando non si è in squadra, ti manca sempre, ma non sono stupido e sapevo che ancora non era il momento giusto per tornare", ha detto Tevez ha ad Olè. Ora però l'Apache è tornato e farà di tutto per restare in Nazionale il più possibile. "Sono molto felice di essere tornato. Lo considero un premio per questo momento della mia carriera. Per me, ha molto più valore rispetto al passato", ha detto ancora a proposito della convocazione. "C'è un nuovo allenatore e spero che possa fare bene", ha aggiunto.

Intoccabile Messi, Tevez si giocherà un posto nell'attacco dell'Argentina con Sergio Aguero del Manchester City e Gonzalo Higuain del Napoli. Il neo ct Tata Martino darà spazio a tutti nelle due gare amichevoli contro la Croazia a Londra e il Portogallo a Manchester spiegando che serviranno "per trovare le combinazioni giuste e per conoscere meglio i giocatori". "Siamo in un periodo di ricerca, non di conferme," ha aggiunto l'ex tecnico del Barcellona, che ha ammesso che l'inizio di stagione a suon di gol con la Juventus lo ha convinto a convocare Tevez. "E' stato probabilmente uno dei tre migliori giocatori nella scorsa stagione e per ora in questa in Italia, quindi si merita un posto in squadra", ha detto Martino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata