Arabia in delirio per Messi, agente gli punta fucile per sbaglio

Riyadh(Arabia Saudita), 13 nov. (LaPresse) - Paura per Leo Messi che si è trovato con un fucile puntato in faccia al suo arrivo a Riyadh in Arabia Saudita dove l'Argentina giocherà un'amichvole. L'arma, era dell'agente che lo proteggeva dall'entusiasmo della folla. La foto, pubblicata su Twitter dai fan argentini della Pulce, ripresa dai principali media spagnoli, mostra in modo emblematico l'episodio. Messi è stato uno degli ultimi giocatori della nazionale a scendere dall'aereo.

Dal momento in cui è sceso sui gradini dell'aereo la folla è impazzita. Tutti volevano una foto con il loro idolo, tanto che il giocatore ha avuto bisogno di aiuto per farsi largo tra la folla. Gli agenti stavano creando un corridoio per la sua protezione, fino al verificarsi dell'incidente. Uscito dall'aeroporto, Messi, insieme a Di Maria, Rodrigo Palacio, Cristian Alvarez, Tino Costa e Ricardo Alvarez si è diretto al Ritz Carlton Hotel dove risiederanno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata