Andreazzoli: Roma terza? Sognare non è peccato ma c'è la realtà

Roma, 2 mar. (LaPresse) - "L'obiettivo terzo posto? Essere sognatori non è un peccato. Però c'è la realtà, la situazione è problematica in termini di punteggio. Non voglio fare programmi a lunga scadenza, non hanno senso. Ha invece molto senso guardare l'impegno successivo con un'attenzione particolare, maniacale". Lo ha detto l'allenatore della Roma Aurelio Andreazzoli, alla vigilia della partita contro il Genoa in programma domani sera allo stadio Olimpico. Il tecnico si gode l'ottimo momento della squadra e conferma le ambizioni dell'ambiente giallorosso. "Le aspettative per questa squadra sono sempre state alte, anche quando le cose andavano meno bene", spiega in conferenza stampa Andreazzoli, al quale viene chiesto quanto può ancora crescere la Roma.

"Abbiamo margini di miglioramento. Sul gioco, senz'altro, sulla partecipazione e sulla tensione il livello è buono. Invece, per avere una fisionomia di gioco spiccata del possesso - analizza - abbiamo bisogno ancora di tempo". A proposito delle condizioni di De Rossi, che domani potrebbe giocare al centro delle difesa, Andreazzoli chiarisce: "Daniele sta decisamente meglio. Abbiamo parlato - continua il tecnico giallorosso - nell'ipotesi ottimale di due-tre settimane, ad essere ottimisti, per riportarlo in una condizione decente. Ha fatto un bel passo in avanti. In difesa? Lo può fare, come altre volte, e bene. Ma credo di avere eventualmente anche altre possibilità e, a meno che non ci siano altre situazioni, vado con la logica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata