Andreazzoli carica Roma: Ripartiamo da vittoria con Juventus

Roma, 23 feb. (LaPresse) - "Ho chiesto alla squadra di continuare sui presupposti della scorsa gara. I ragazzi sono consapevoli di quello che devono fare e in settimana l'hanno dimostrato". Alla vigilia della trasferta sul campo dell'Atalanta, Aurelio Andreazzoli carica la Roma rievocando la vittoria contro la Juventus nell'ultimo turno di campionato. "I pericoli a Bergamo sono sempre dietro l'angolo - spiega in conferenza stampa il tecnico - nelle stagioni passate abbiamo alternato gare negative a vittorie. Il campo io lo ricordo come ostico e sicuramente sarà così". Andreazzoli non si dice preoccupato dalle assenze di Totti e De Rossi, squalificati: "Dire che De Rossi e Totti sono importanti per noi sarebbe scontato. La squadra, però, mi ha fatto vedere in settimana che sta puntando più sul collettivo che sulle individualità. Il gruppo - prosegue - inizia a sapere quello che vuole e lo dimostra tutti i giorni".

"Se temo un calo di concentrazione? No, assolutamente. I miei ragazzi stamattina andavano frenati e non stimolati", garantisce Andreazzoli, alla vigilia della trasferta di Bergamo. "Non abbiamo parlato di obiettivi particolari, è inutile fare progetti diversi da quelli relativi alla partita più vicina", così risponde il tecnico giallorosso a proposito degli obiettivi della squadra. "Certo - prosegue - è che una gara come quella della Juventus offre molte convinzioni. Se il risultato lo ottieni nella maniera in cui abbiamo fatto noi, le motivazioni rimangono le solite ma le convinzioni mutano in senso positivo. E questo ti fa lavorare meglio", dice Andreazzoli.

"Mi fa piacere, è normale, ma non è il mio obiettivo in questo momento". Andreazzoli taglia corto a chi gli chiede un commento sulle dichiarazioni di fiducia espresse dalla dirigenza della Roma in settimana nei suoi confronti. Parole che sembrano precludere ad un prolungamento della permanenza in panchina del tecnico chiamato a sostituire Zeman. "Le voci su eventuali nuovi soci? Non ci riguardano, queste sono decisioni della proprietà americana", chiarisce Andreazzoli in merito al possibile ingresso in società dello sceicco Qaddumi. "Noi, come As Roma - spiega il tecnico - pensiamo a raggiungere i nostri obiettivi, senza porci particolari domande. Se e quando ci saranno notizie certe i nostri dirigenti daranno tutte le risposte del caso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata