Andrea Della Valle: Fiorentina è per fair play, ma non siamo scemi

Firenze, 7 mag. (La Presse) - "Siamo per il fair play, ma non siamo scemi". A parlare è Andrea Della Valle, presente agli allenamenti della Fiorentina alla vigilia del derby con il Siena. "In queste partite c'è tanto in ballo. Il terzo posto è più lontano, ma la matematica ancora non ci condanna. Al di là di questo, il quarto posto sarebbe fantastico - spiega il patron viola - Gli scudetti non si vincono nei corridoi dei palazzi, come magari succedeva in passato". "Io - prosegue - ho sempre alzato la voce nelle sedi opportune. Abbiamo valori e ci facciamo rispettare, mi dispiace si pensi che siamo deboli. Qui nessuno è debole". Della Valle non lesina complimenti al gioco espresso dalla sua squadra, con un occhio al futuro: "Abbiamo fatto vedere il bel calcio a tutta l'Italia, ma siamo stati una sorpresa. L'anno prossimo sarà più difficile perché dovremo confermarci, ma anche l'anno prossimo garantisco che lotteremo per l'Europa".

Il patron della squadra viola si sofferma poi sulla situazione dei suoi gioielli, partendo dal tecnico Vincenzo Montella: "Sono molto tranquillo su di lui, a fine stagione ci confronteremo anche sul mercato e lui avrà voce in capitolo". Quando si parla del gioiello Stefan Jovetic, inseguito dalle big, Della Valle non si sbilancia: "Su di lui ho sentito voci di tutti i tipi, tra dieci giorni avremo un incontro dove ribadiremo i concetti dell'anno scorso guardandoci negli occhi". Della Valle, infine, dice la sua sulla squalifica di Ljiaic e sul rinnovo contrattuale: "La sua squalifica è stata un abbaglio dell'arbitro, le parole non venivano da lui - conclude l'imprenditore marchigiano - Il suo futuro? Ha grandi mezzi, stiamo cercando di rinnovare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata