Tiger Woods dovrà sottoporsi a 137 test di paternità

Il grande golfista è stato messo nel mirino da 121 donne che sostengono di aver avuto un figlio da lui. Il tribunale ha deciso che l'unico modo per capire se hanno ragione è procedere ai test

Altro che Cristiano Ronaldo. Un tribunale americano ha ordinato alla famosa stella del golf Tiger Woods di sottoporsi a un totale di ben 137 test di paternità. La decisione - secondo quanto riferiscono diversi media americani - arriva dopo la richiesta formulata da 121 donne che affermano di essere state amanti di Woods e di aver dato alla luce i suoi figli. Molte delle donne hanno urlato e pianto di gioia quando il giudice ha annunciato il suo verdetto, poiché alcune di loro hanno combattuto per più di sette anni per ottenere questo giudizio. Come è noto, la vita affettiva e sessuale del grande golfista è stata adir poco tumultuosa. Molti l'hanno definito un vero e proprio "malato di sesso".

Il tribunale ha concesso a Woods 30 giorni di tempo per sottoporsi a un test del DNA per evitare il rischio di una reclusione e di multe severe. L'avvocato di Tiger Woods ha confermato che il suo cliente rispetterà la decisione della corte e si sottoporrà a tutti i test necessari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata