La Ricciola Cup registra il 'tutto esaurito' all'Isola del Giglio
La Ricciola Cup registra il 'tutto esaurito' all'Isola del Giglio

35esima edizione della gara di pesca considerata la più divertente del circuito 

 Il Porto dell'Isola del Giglio è sold out. Da giovedì 3 a sabato 5 ottobre. Il Ricciola Cup quest'anno ha fatto il botto. Sono oltre 60 gli equipaggi che si sono iscritti a questa gara che vanta 35 anni di vita ma che racconta una storia fatta di amici che si ritrovano per stare insieme, divertirsi, ridere, mangiare e parlare di mare e di pesca. Una gara insomma che anno dopo anno si è ritagliata la reputazione di una 3 giorni di divertimento puro, dove la competitività esasperata, i pescatori malati di protagonismo, quelli che “si prendono troppo sul serio”, o cambiano abiti e spirito all'ingresso tra i fari oppure sono poco benvenuti. Protagonista assoluta amicizia e cordialità quindi. E poi c'è naturalmente la Ricciola, che è pesce smaliziato e diffidente, e proprio per questo si lascia catturare solo dai simpatici concorrenti della competizione gigliese.

Le regole della Ricciola Cup per altro, in materia di pescato, sono rigidissime, tutto ciò che non è competitivo deve essere rilasciato in mare, quindi le ricciole sotto i 3 chili, le cernie sotto i 5, le aguglie imperiali sotto i 10. Va da sé che tonni e spada sono vietati, ma per legge. Il campione da sfidare? Sembra fatto apposto, nello spirito della Cup: sono “Gli Ultimi”. E si narra che il nome non sia un caso, la scorsa edizione il team ha infatti strappato una fantastica vittoria a sorpresa, con un equipaggio già campione di buon umore, battute e buona volontà, molto meno in competenze di pesca in gran parte – dicono bonariamente i maligni – apprese grosso modo sui moli la sera prima ed a furia di ascoltare ai bar dell'Isola i discorsi dei più esperti. Così può essere il mare, generoso con gli ultimi e avaro con i vecchi lupi. Tutto serve comunque a rendere ancora piu unica questa gara che ha conquistato grossi nomi della pesca nazionale. Canne professioniste che “scherzi? Ci sono sicuramente, è la gara più divertente del circuito”. Lo scorso anno, causa acquazzone imprevisto, i tre indomiti organizzatori Chicco, Fabio e Massimiliano hanno tirato fuori l'asso: cena e premiazione finale nella pancia garage del traghetto Toremar. Tutti entusiasti, a partire dalla Compagnia marittima che insieme alla Maregiglio è sponsor ufficiale. Con loro Mercury Marine, Lowrance e Colmic. Il Comune del Giglio ha dato il suo patrocinio e conseguente concessione a titolo gratuito di tutti i posti barca. Ma per iscriversi oggi è troppo tardi. Sarà per l'anno prossimo

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata