Alpinismo, Moro e Lunger rinunciano al Manaslu in Nepal

Roma, 8 apr. (LaPresse) - Gli alpinisti Simone Moro e Tamara Lunger rinunciano alla vetta del Manaslu, in Nepal, in invernale, e tornano a casa. Ad annunciarlo è stato lo stesso Moro sul suo account Facebook con un video di lui e Tamara e un testo. "Una spedizione non è mai solo pura performance, una scalata fatta con il cuore in gola. È spesso un gioco di pazienza e di nervi e penso che Tamara e io abbiamo davvero fatto tutto per dare tempo al tempo e alla montagna di coprirsi di neve e farsi spazzare dal vento. Questa attesa però non ha cambiato nulla", scrive Simone Moro.

"Siamo però rimasti di buonumore e non abbiamo perso la voglia di scherzare e sognare - scrive ancora l'alpinista - A presto il report completo, grazie per averci sostenuto e arrivederci alla prossima avventura!". Nel video i due alpinisti spiegano diffusamente le ragioni che li hanno portati a questa difficili scelta, dopo due mesi di attesa: troppa neve e troppe valanghe. La montagna con l'alzarsi delle temperature sta scaricando gli accumuli nevosi e tentare la vetta, sopra gli 8mila, sarebbe troppo rischioso. Inoltre il loro campo uno è stato completamente sotterrato dalla neve: tutto il materiale alpinistico è imprigionato sotto metri di coltre bianca.

Foto tratta dal profilo Facebook ufficiale di Simone Moro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata