Allegri: Pogba? Pretendo molto, Rugani aspetti suo momento

Torino, 20 ott. (LaPresse) - "Pogba nel secondo tempo con l'Inter ha giocato meglio, è un periodo in cui si deve ritrovare e fare le cose semplici. Da lui pretendo molto, lui ha tanti margini di miglioramento ma deve metersi in discussione per crescere". Lo ha detto il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Borussia Monchengladbach di domani, valida per il girone D di Champions League.

Il mister livornese ha lodato Khedira ("Domenica ha fatto una grande partita, è un giocatore di caratura internazionale) mentre su Cuadrado dice: "E' un giocatore importante ma deve determinare di più. Lui ha qualità importanti ma deve fare di più negli ultimi venti metri con assist e gol". Allegri poi ha parlato di Daniele Rugani: "Sta crescendo, è affidabile ma è un giovane. davanti ha i migliori difensori del campionato, deve solo lavorare e aspettare il suo momento", ha concluso.

"In campionato siamo in ritardo, ma la prestazione di domenica è stata importante, era quella che avevo chiesto ai ragazzi. Andare a San Siro e giocare così è stata una bella iniezione di fiducia, sapendo che per rimontare bisogna cominciare a vincere". Così il tecnico della Juventus alla vigilia della sfida di Champions. Sui tedeschi dice: "Il Borussia ha cambiato lo spirito, ma vedo che la squadra si è ritrovata. Loro hanno giocatori di ottima velocità, non vanno sottovalutati - ha detto il mister livornese - In Champions sono tutte partite difficili, domani possiamo metere una grossa percentuale per passare il turno".

Infine Allegri è tornato a parlare del campionato, dove i bianconeri sono distanti nove punti dalla vetta: "In campionato abbiamo lasciato punti con Chievo, Udinese e Frosinone. Poca cattiveria? Non credo, serve l'intensità. Per esempio con l'Inter i ragazzi nel secondo tempo hanno creato tanto ma abbiamo sbagliato le situazioni favorevoli per imprecisione", ha sottolineato l'allenatore della Juventus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata