Allegri: Obiettivo resta Champions. Mazzarri: Non è ancora fatta

Milano, 14 apr. (LaPresse) - "Quattro punti a sei giornate dalla fine sono tanti, ma nel calcio non si sa mai cosa può succedere. Dobbiamo guardarci dietro anche da una Fiorentina, che sta facendo bene". Così Massimiliano Allegri ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio interno del Milan contro il Napoli. "L'obiettivo è quello di entrare in Champions direttamente o nei preliminari. La squadra è giovane ed è in crescita - ha aggiunto Allegri - ci vuole pazienza. Arrivare terzi sarebbe comunque un ottimo risultato per la stagione".

"Secondo posto sfumato? Assolutamente no, questa sera abbiamo conquistato un punto importante. Siamo sempre in corsa, il Napoli può gestire il vantaggio ma manteniamo a distanza la Fiorentina per il terzo posto", ancora Allegri ai microfoni di Sky Sport. "Questa sera abbiamo giocato con la cattiveria giusta, abbiamo sbagliato in occasione della rete di Pandev - ha aggiunto il tecnico rossonero - la squadra ha disputato una buona gara, sono fiducioso in vista della gara contro la Juve. Ai ragazzi non ho nulla da rimproverare".

Milan che ha giocato senza Balotelli ed El Shaarawy. "Robinho ha disputato una buona gara, El Shaarawy ha bisogno di ricaricare le batterie a livello fisico e mentale. Il brasiliano da qui a fine stagione sarà importante - ha spiegato il tecnico rossonero - è un campione e ha fatto tanto al Milan anche se quest'anno ha vissuto alcune vicissitudini. El Shaarawy è stata la sorpresa positiva del campionato, ha appena venti anni e la gestione è importante per un giovane calciatore". Ad Allegri, infine, viene chiesto se si aspetta di rivedere Balotelli in campo domenica. "E' un elemento importante, spero nella riduzione della squalifica per il match contro la Juve. In alternativa c'è Pazzini che sta facendo grandi cose", conclude Allegri.

"Speravo nel finale di vincere, con il Milan in dieci e per come li abbiamo schiacciati nel secondo tempo forse meritavamo qualcosa in più. Dispiace perchè a volte non siamo concreti e cinici come dovremmo". Così Walter Mazzarri ai microfoni di Sky Sport commenta il pareggio del Napoli in casa del Milan. "Anche oggi siamo entrati in campo contratti e poi solo dopo il gol abbiamo iniziato a giocare. Dovremmo iniziare così fin dall'inizio", ha aggiunto il tecnico azzurro. Mazzarri sottolinea comunque il grande campionato della sua squadra: "Abbiamo fatto quindici punti più dell'anno scorso, la Juve purtroppo ad oggi ne ha fatti sei in più".

"La Champions? Non è ancora fatta per il secondo posto, serve ancora lavorare fino al termine della stagione. Ci sono sei gare a disposizione, dobbiamo alzare la guardia", ancora Mazzarri ai microfoni di Sky Sport. "Non sono contento del risultato, dopo il pari abbiamo disputato una grande gara e avremmo meritato qualcosa in più. Speravo di vincere", ha ribadito Mazzarri.

La Champions per trattenere Cavani e lo stesso tecnico a Napoli. "Non voglio parlare di futuro - ha aggiunto - ora voglio pensare solo al finale di stagione. Sono felice per il gioco della squadra, i miei ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario negli ultimi quattro anni". Napoli calato però nella ripresa. "Abbiamo speso tanto, nei primi minuti siamo sempre contratti. Abbiamo giocato bene dopo il vantaggio del Milan, ho sperato di vincere nel finale quando eravamo in superiorità numerica. È un peccato, era una gara da portare a casa con una vittoria", ha concluso Mazzarri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata