Allegri: Milan ok, ma anche Inter e Juve tra favorite per lo scudetto

Torino , 25 set. (LaPresse) - "Noi leziosi con il Cesena? Volevo dire che dovevamo essere più cattivi e chiudere prima la partita, perchè se no si rischia poi di prendere un gol e sciupare una vittoria meritata". Lo ha detto Massimiliano Allegri ai microfoni di Rai1 nel corso della trasmissione '5' di recupero'.

"Rispetto all'anno scorso abbiamo due punti in meno dalla prima", ha aggiunto il tecnico. Parlando di campionato e di queste prime giornate, Allegri ha detto: "La Juve ha fatto un ottimo mercato, sta facendo bene e penso sia una delle candidate a vincere lo scudetto. L'Inter era un'avversaria da scudetto comunque, Gasperini ha pagato i risultati ma l'organico della squadra è forte e sarà in cima a lottare per lo scudetto".

Sembra perdere colpi, invece, il Napoli. "Per il Napoli dopo 21 anni giocare la Champions è una novità ed è normale che porti via grandi energie mentali e bisogna essere abituati". In chiusura una battuta su Mourinho, che ha detto di essere sempre il numero 1. "Ultimamente è tornato a vincere, mentre l'anno scorso ha vinto poco. Però rimane un ottimo allenatore", ha detto Allegri.

Per Allegri "Cassano sta facendo molto bene, sembrava dovesse andar via e invece siamo contenti sia rimasto perchè non era nelle nostri intenzioni cederlo". In questo inizio di stagione i rossoneri hanno subito giù numerosi infortuni, Allegri fa il punto della situazione: "Pato ha avuto da due anni a questa parte infortuni a ripetizione ed è normale ci sia qualcosa di strano. Ibra e Ambrosini stanno decisamente meglio, spero li di averli a disposizione in Coppa". In estate è andato via invece Andrea Pirlo: "E' un grande calciatore, è stata una scelta da parte della società e del giocatore che è finito poi alla Juve".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata