Allegri: Milan ha pochi punti, a Palermo per risalire in classifica

Milano, 29 ott. (LaPresse) - "Il Palermo gioca un buon calcio, poi in casa si trasforma e giocatori come Miccoli e Ilicic danno qualcosa in più. Per noi sarà una partita molto difficile, dovremo essere molto bravi nel difenderci e fare una buona fase offensiva". Lo ha detto Massimiliano Allegri nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match contro il Palermo.

"Non credo che le prossime due saranno le partite della svolta e non lo è stata quella contro il Genoa. I ragazzi hanno fatto una buona partita - spiega il tecnico del Milan - sappiamo che dobbiamo risalire la classifica e dobbiamo farlo in modo rapido e attraverso i risultati. La Champions siamo in posizione diversa e con il Malaga ci giocheremo molto per il passaggio del turno".

L'allenatore del Milan non ha voluto commentare l'episodio del gol annullato a Bergessio in Catania-Juventus, ma prendendo spunto dall'episodio del Massimino lancia la sua proposta: "Non intervengo sugli arbitri, non è mai stata una mia priorità anche perche' quando fischiano ormai hanno deciso, quindi... saranno problemi di altri e non miei. Dal momento che gli arbitri per consultarsi lasciano passare un pò di tempo, io farei come nel basket: introduciamo il time-out. Un minuto o due per tempo magari può essere utile anche per noi allenatori".

"Dobbiamo dare seguito alla vittoria con il Genoa perchè abbiamo solo 10 punti e dobbiamo risalire in classifica. Dobbiamo migliorare soprattutto negli ultimi 30 metri, sbagliamo ancora qualche passaggio e tiro di troppo. La squadra, però, fa sempre il massimo per quelle che sono le qualitè e le caratteristiche dei giocatori", ha detto ancora Allegri.

Poi il tecnico rossonero parla dei singoli e inizia con Boateng, non convocato per Palermo. "Boateng ha ancora problemi al ginocchio. Difficoltà tattiche? Lui ha giocato a volte anche da esterno, giocando da punta agguiunta e non da vero e proprio trequartista", spiega il tecnico del Milan.

Allegri è soddisfatto anche per le prestazioni di Pato ed Emanuelsson. "Pato ha fatto bene tendendo conto che era alla prima partita - continua Allegri - anche Emanuelsson ha fatto bene. Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare. Muntari è stato convocato, sabato ha giocato 90' con la primavera ma è presto per farlo giocare dall'inizio. Ha bisogno di un inserimento graduale". Poi una battuta su Mexes. "Contro il Genoa non ha giocato perchè è arrivato tardi all'allenamento, ma domani gioca. Tanto gli allenamenti sono finiti", scherza Allegri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata