Allegri: Juve pronta per Udinese. Su infortunati costruito castello senza senso

Torino, 12 set. (LaPresse) - Sulla questione infortunati "si è costruito un castello che credo non abbia avuto nessun senso". Così Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, alla vigilia della sfida di campionato contro l'Udinese. "Ci sono due-tre giocatori che sapevate benissimo da qualche mese che non ci sarebbero stati, per squalifica o per un'operazione subita da Barzagli tre mesi fa", spiega il tecnico bianconero in conferenza stampa. "O Vidal, che negli ultimi mesi dell'anno scorso non si è allenato, ha solamente giocato e ha subito un'operazione al menisco, giocando poi il Mondiale. Chiellini - prosegue Allegri - è squalificato, oggi lavora con la squadra. Morata rientrerà con la squadra e qui credo che lo staff medico e dei preparatori abbiano lavorato bene e domani potrebbe addirittura venire in panchina, i tempi previsti erano i primi di ottobre".

Tornando alle condizioni di Tevez, "l'allarme è rientrato. Ha sentito un fastidio su una palla calciata al volo", chiarisce l'allenatore della Juventus. "Pirlo è sulla via del rientro, la prossima settimana inizierà a calciare e se va tutto bene i tempi si accorceranno. L'unico infortunato è Marrone", sottolinea Allegri che ribadisce di voler "chiudere subito" il tema infortuni "perchè domani abbiamo una partita importante e la Juventus ha una rosa importante, con giocatori che domani scenderanno in campo per cercare di vincere questa partita. Domani sarà sicuramente della partita Evra, Pereyra può giocare, Romulo è un altro acquisto importante. Durante la stagione - continua - ci siano momenti in cui hai 2-3 defezioni che la squadra deve sopportare, altrimenti basterebbero 12 giocatori per 50 partite. Non è nella mia mentalità, la Juventus deve avere una rosa importante".

"Domani avremo di fronte un'Udinese, contro la quale è sempre difficile giocarci contro. Ha ancora in ottime condizioni Di Natale, Muriel ha una qualità straordinaria, hanno acquistato Thereau e Kone", prosegue il tecnico bianconero. "Ha una buona struttura di squadra che Stramaccioni ha ereditato da Guidolin. Non sarà sicuramente una partita facile come tutte le altre, è normale. Giochiamo per la prima volta in casa, dobbiamo cercare di iniziare bene questo ciclo di partite tra campionato e Champions. Sarà un mese molto bello da affrontare". "Domani sarà la mia prima allo Juventus Stadium, uno stadio bello, importante, che ti dà molto", sottolinea Allegri. "Ci sono sempre entrato da avversario, sicuramente domani sarà una cosa diversa, perchè ora sono l'allenatore della Juventus. Sarà una serata particolare. Dobbiamo cercare di fare una bella partita, una partita giusta sotto l'aspetto tecnico, ci vorrà - avverte - molta pazienza perché l'Udinese concede pochi spazi. Come sempre ci servirà la spinta del pubblico".

POGBA - "Le qualità di Paul sono straordinarie, è un giocatore, ancora molto giovane, che ha dei margini di miglioramento importanti. Basta vedere la struttura fisica, già cambiata rispetto all'anno scorso. Credo che diventerà uno dei tre più forti centrocampisti al mondo, anche se in questo momento ci è già vicino", è il pensiero del tecnico bianconero.

CHIELLINI E VIDAL - "Problemi con la Nazionale, io e la Juventus, non ne abbiamo, né con quella cilena". Allegri chiude così i casi legati a Giorgio Chiellini e alle condizioni fisiche di Arturo Vidal. Soprattutto, spiega il tecnico della Juventus, non ci sono problemi "con quella italiana, perchè sono molto contento quando i ragazzi vanno in Nazionale, è un bene di tutti e la Nazionale deve andare bene. Fortunatamente ha iniziato bene queste due partite". "Ma i giocatori - sottolinea Allegri - devono andare in Nazionale e giocare. Un infortunato deve tornare a casa perchè deve curarsi e io lo devo preparare per le partite con la Juventus". "Con il Cile non abbiamo nessun problema", garantisce Allegri. "La storia di Vidal la sapete tutti. Ha avuto dei problemi al ginocchio, tirato avanti fino alla fine della stagione, è stato operato e dopo 30 giorni ha fatto il Mondiale. Ha saltato un po' di preparazione e sono uscite fuori un po' di problematiche. Fortunatamente - prosegue - è un infortunio da poco e spero che in settimana sia di nuovo in gruppo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata