Allegri: Contro Catania serve solo la vittoria

Milano, 5 nov. (LaPresse) - "Sarà una partita difficile, loro sono in un ottimo momento, essendo reduci da 5 risultati importanti con grandi squadre, è una squadra che gioca bene e con buoni giocatori". Così in conferenza stampa l'allenatore del Milan Massimiliano Allegri, alla vigilia della partita con il Catania. "Noi veniamo da un mese importante - ha proseguito il mister rossonero - dove abbiamo fatto risultati per risalire in campionato e per garantirci il passaggio in Champions. Domani ci tocca l'ultimo sforzo prima della sosta, dovremo capire l'importanza della difficoltà dell'incontro. Se capiremo questo, le cose saranno in discesa, se no rischiamo di complicarci la vita", ha proseguito Allegri.

Contro la squadra di Montella, avverte il tecnico toscano, "ci mancheranno diversi giocatori, tra cui Cassano, Boateng, Nesta. Ma chi sarà della partita dovranno essere pronti mentalmente e tecnicamente per capire che domani quello che conta è la vittoria. Ci vuole grande disponibilità da parte di tutti. Non serve giocare bene - ribadisce Allegri - ma vincere".

Inevitabile un pensiero a Cassano, operato ieri al cuore dopo il malore che lo ha colpito lo scorso sabato. "L'importante è che sia andato tutto bene, la fiducia che torni in 4-6 mesi è altissima. Ho parlato con lui dopo l'operazione, è sereno e tranquillo", così Allegri. "L'operazione era una 'bischerata' rispetto a quello che ha avuto domenica - ha proseguito il rossonero - i dottori sono stati bravi. Il problema era al cuore ma non è stata invasivo, dopo poche ore era già lì che scherzava. Speriamo che recuperi presto, a mio giudizio Antonio stava facendo la miglior annata della sua carriera". Ad Allegri viene chiesto se la società tornerà sul mercato per sostituire l'attaccante barese: "In questo momento - spiega - c'è da pensare alla partita col Catania, poi valuteremo. Se leggerò il libro di Ibrahimovic? Si, speriamo me lo regali... Come giudico quanto ha scritto? In certe cose bisogna esserci, i giudizi esterni sono difficili", queste le parole del mister toscano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata