Allegri: Al Milan appena iniziato, Berlusconi mi ha rassicurato

Milano, 30 apr. (LaPresse) - "Al Milan ho appena iniziato e Berlusconi mi ha detto di lasciare stare quello che si dice in gara". Alla vigilia della sfida con l'Atalanta, Massimiliano Allegri replica alle voci di mercato che lo vogliono via dal Milan a fine stagione. "Con il presidente ho un ottimo rapporto e con Galliani vivo quotidianamente. Ho contratto fino al 2014, in due anni abbiamo fatto buoni risultati, poi la società è quella che decide. Io al Milan sto bene, ho detto a qualcuno di fare il conto sul numero di panchine che potrò raggiungere nei prossimi due anni. Berlusconi mi ha detto di lasciare stare a quello che si dice in giro? Indovinato", così il mister rossonero che si dice sicuro che la sua avventura in rossonero proseguirà ancora: "Ho appena iniziato. Dal mio arrivo la squadra è cambiata nelle caratteristiche dei giocatori. E' un percorso che continuerà fino al 2014".

Allegri giudica l'annata trascorsa "al momento positiva. Abbiamo vinto il primo trofeo della stagione, siamo arrivati ai quarti di Champions, eliminati dal Barcellona, lottiamo ancora per lo scudetto. In questi due anni abbiamo fatto molti punti, ne abbiamo 20 dalla terza. Siamo già qualificati per la Champions". "Credo che stiamo pagando la partenza non felice", analizza il tecnico rossonero entrando nel tema campionato, analizzando come "i due derby dell'anno scorso hanno fatto la differenza, così come in questo momento lo stanno facendo i due scontri diretti". A proposito del duello con la Juventus, Allegri spiega: "A Torino giocammo una brutta partita e abbiamo perso a tre minuti dalla fine. A Milano abbiamo fatto un'ottima gara ma non siamo riusciti a vincerla". "Se trovi una squadra che sta facendo grandi cose come la Juventus - prosegue il mister rossonero - è chiaro che non ti puoi permettere di sbagliare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata