All'ultimo saluto a Gian Marco Moratti i big della finanza e dello sport
I funerali del presidente della Saras, fratello di Massimo e marito di Letizia. Gremita la chiesa: da Malagò a Lapo Elkann

La Chiesa di San Carlo al Corso, nel cuore di Milano, a pochi passi dal Duomo e da casa sua, gremita. Sono arrivati in tanti per l'ultimo saluto a Gian Marco Moratti, presidente della Saras, morto ieri a 81 anni. C'erano politici, imprenditori, personaggi dello sport e dello spettacolo, oltre a tanti milanesi comuni, alcuni dei quali con la sciarpa o con il cappellino dell'Inter, la passione di una vita.

"Era un ragazzo speciale. Una storia di cinquant'anni fa ed era una bella storia", il pensiero della prima moglie, Lina Sotis, giornalista del 'Corriere della Sera'. In lacrime la seconda consorte, Letizia Moratti, ex sindaca di Milano, all'arrivo del feretro ricoperto di rose rosse, con i quattro figli e altri parenti. E poco prima di lei Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter, con la moglie Milly e la sorella Bedy. Tra gli altri, sono arrivati l'ex numero uno nerazzurro, Ernesto Pellegrini, una delegazione della Primavera dell'Inter con l'allenatore Stefano Vecchi, il ds Piero Ausilio e l'ex ad e dg Ernesto Paolillo, con Marco Branca, Esteban Cambiasso e Ivan Ramiro Cordoba. Oltre a Fabio Galante ed Elisabetta Canalis. E, ancora, l'editore e presidente del Torino, Urbano Cairo, Lapo Elkann, l'ex ad di Eni, Paolo Scaroni, Paolo Berlusconi, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il numero uno di Pirelli, Marco Tronchetti Provera con Afef, l'ex ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, Diana Bracco, Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, il patron del Cagliari, Tommaso Giulini, il sindaco di Milano, Beppe Sala, e il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. E poi Gino Strada, la coordinatrice di Forza Italia, Mariastella Gelmini, e l'ex numero uno della Lega Serie A, Maurizio Beretta. Tra le corone, sul sagrato, ricolmo di gente, soprattutto all'uscita del feretro, una dell'Inter, quella di Pippo Baudo, del presidente nerazzurro Erick Thohir, del Teatro alla Scala, dei dipendenti Saras e di Roberta Armani, nipote di Giorgio e moglie di Angelo Moratti, vicepresidente di Saras. È stato proprio lui a prendere la parola alla fine della cerimonia: "Sempre Letizia al suo fianco. Oggi a San Patrignano (la sepoltura nel pomeriggio nel cimitero della Comunità a Coriano, in provincia di Rimini, ndr) salirai in Paradiso a fianco dell'arcangelo Gabriele, intanto qui sulla terra c'è un piccolo Gian Marco che inizia a giocare a calcio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata