Alessio: Vittoria dedicata a Conte. Mazzarri: Abbiamo giocato bene

Torino, 20 ott. (LaPresse) - "Il mio gesto verso Conte dopo il secondo gol? È chiaro che l'allenatore è Antonio, in tutto e per tutto. Noi ci siamo alternati, però l'allenatore è Conte, quindi il mio gesto era di vicinanza in questo momento ancora difficile per lui", così il vice allenatore della Juventus, Angelo Alessio, ha spiegato la sua esultanza ai microfoni di Sky Sport. L'allenatore, tornato oggi dopo la squalifica ha parlato anche del suo stop: "La mia squalifica? Comunque sarà una ferita che difficilmente si rimarginerà, credo che rimarrà sempre, però guardo avanti con fiducia, senza rancore. Io in questa storia non c'entravo nulla, non sono stato mai ascoltato da nessuno, nemmeno indagato da nessuna procura", ha spiegato. Alessio è passato poi ad elogiare la prestazione della squadra: "Abbiamo disputato fin qui otto partite, sette le abbiamo vinte, una l'abbiamo pareggiata, siamo il miglior attacco e la miglior difesa, i numeri parlano chiaro, abbiamo un'organizzazione di gioco. Oggi mancavano Buffon e Vucininc, ma al di là di queste assenze importanti, chi ha giocato ha fatto alla grande la sua parte".

Diverso ovviamente lo stato d'animo del collega partenopeo Walter Mazzarri: "Complimenti ai ragazzi, abbiamo giocato una grande gara. Mi spiace per il risultato, ma se continuiamo così perderemo poche partite - ha detto a fine gara - Ci voleva solo un episodio che potesse rompere l'equilibrio, sia da un lato che dall'altro. Devo dire che ci siamo persi Caceres in area, forse è stata una nostra ingenuità, ma nelle mischie possono capitare certe cose. E' andata così per una casualità, ma la partita ha detto che il Napoli c'è e che le due squadre se la sono giocata alla pari". Mazzarri ha concluso pensando al futuro: "Ripeto, torniamo consapevoli di quello che abbiamo espresso. Tre punti si possono lasciare se giochiamo così - ha spiegato - Sono molto soddisfatto di come si sono comportati i miei giocatori. Adesso guardiamo avanti, domenica c'è il Chievo ed il campionato è lungo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata