Agnelli: Rinnovamento rosa per consolidare sviluppo Juve

Torino, 1 ott. (LaPresse) - Un futuro roseo per la Juventus passa dal rinnovamento della rosa e dalla ricerca sul mercato di nuovi ricavi. E' questo uno dei passaggi salienti della lettera del presidente del club bianconero Andrea Agnelli agli azionisti, contenuta nella relazione finanziaria annuale e pubblicata sul sito ufficiale della società torinese. "Il profondo rinnovamento della rosa per la stagione 2015/2016, che permette ai colori bianconeri di essere pienamente competitivi, unitamente alle strategie di espansione dei ricavi tramite la ricerca di grandi partnership globali (come quella appena entrata in vigore con Adidas, che proietta la Juventus in una dimensione internazionale sia sotto il profilo dei ricavi sia sotto quello della grande visibilità al pari di club d'eccellenza come Real Madrid o Bayern Munchen) permetteranno alla vostra società di consolidare il proprio sviluppo", ha scritto Agnelli, tracciando un bilancio delle ultime cinque annate sportive. "Dopo un percorso iniziato nell'estate del 2010, con un'operazione di completo cambio del management, un rafforzamento patrimoniale in grado di sostenere il turnaround e una corretta gestione, la vostra società è riuscita a tornare sia al successo sportivo sia alla sostenibilità economica - ha sottolineato - Quattro scudetti, tre supercoppe italiane, una Coppa Italia, il crescendo dei risultati in Champions League, dai quarti di finale nel 2012/2013 alla finale di Berlino, passando per una semifinale di Europa League, sono stati accompagnati da una forte espansione dei ricavi, che ha portato la società dapprima a dimezzare anno su anno le perdite, poi a raggiungere l'utile operativo nel 2013/2014 e l'utile d'esercizio nella stagione appena conclusa".

Il numero uno del club di Corso Galileo Ferraris ha proseguito sottolineando che "la nuova sfida che il management e gli azionisti hanno oggi di fronte è, se possibile, ancora più ardua, poiché dovremo avere la capacità di fronteggiare il vero dilemma di ogni società calcistica di alto livello: solamente i grandi risultati sportivi, le vittorie a livello nazionale ed internazionale, danno accesso a grandi ricavi, siano essi televisivi, commerciali o sportivi - ha evidenziato Andrea Agnelli - Ma solo in presenza di una struttura equilibrata e diversificata di ricavi si può competere ad alto livello". In ambito commerciale invece la strategia "messa a punto in questi anni, continuerà a dare i propri frutti nell'ottimizzazione dei ricavi da sponsor e di quelli provenienti dallo Juventus Stadium. Una grande sfida è rappresentata dalla gestione diretta del licensing e del retail, attività precedentemente preclusa da altri accordi commerciali, e da una sempre maggiore capacità di raggiungere i quasi 300 milioni di fan nel mondo grazie all'espansione dei mezzi digitali e dell'ecommerce", ha ricordato il presidente della Juventus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata