6 Nazioni, l'Italia dura un tempo poi l'Irlanda la travolge 42-10

Dublino, 25 feb. (LaPresse) - Dura un tempo il sogno dell'Italia di poter conquistare la prima vittoria nel 6 Nazioni 2012. A Dublino la formazione di Brunel tiene testa ai padroni di casa per tutto il primo tempo, chiuso sul punteggio di 17-10, ma cede nettamente nella ripresa fino al punitivo 42-10 finale.

Il momento di massima gloria per gli Azzurri arriva al 36' della prima frazione quando capitan Parisse vola in meta e Botes trasforma il calcio addizionale per il 10-10. Prima dell'intervallo però gli italiani subiscono la meta di Bowe che manda le squadre al riposo sul 17-10.

Nella ripresa è tutta un'altra partita. L'Irlanda prende decisamente in mano le operazioni mettendo in scacco gli Azzurri. Brunel prova un doppio cambio con Burton e Pavanello al posto di Botes e Geldenhuys ma la mossa non da gli effetti sperati. L'Irlanda dilaga con tre mete, cinque quelle totali, due delle quali negli ultimi minuti quando l'Italia ha già alzato bandiera bianca.

"Nella prima parte della gara siamo stati vicini poi abbiamo preso una meta all'ultimo minuto del primo tempo. Nel secondo tempo gli irlandesi sono stati più veloci ed abbiamo perso molte sfide individuali con diversi placcaggi sbagliati", così il Ct dell'Italia, Jacques Brunel, ha commentato la sconfitta. "La nostra difesa è stata molte volte in difficoltà - ha aggiunto - la prima parte della gara è stata equilibrata ed interessante. La seconda non altrettanto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata