Zurigo (Svizzera), 17 ago. (LaPresse/Reuters) – La Fifa ha confermato di aver avviato una indagine interna sulla presunta fuoriuscita dal suo quartier generale di un ‘dossier’ anonimo fortemente critico nei confronti del presidente dell’Uefa Michel Platini e candidato alla presidenza dell’organo di governo del calcio mondiale. L’indagine è partita dopo un reclamo presentato dalla Uefa. “Il segretario generale Jerome Valcke ha ricevuto una lettera dalla Uefa per quanto riguarda la questione”, ha detto la Fifa in una dichiarazione inviata all’agenzia Reuters. “Nella sua risposta alla Uefa, il segretario generale ha confermato che la Fifa sta studiando la questione“, hanno aggiunto da Zurigo.

Secondo il quotidiano tedesco Welt am Sonntag, il documento, dal titolo ‘Platini – scheletri nell’armadio’, è stato diffuso dalla sede centrale della Fifa a Zurigo. Il documento dipinge un quadro poco lusinghiero dell’ex calciatore della Francia e si interroga la sua idoneità per il ruolo di presidente della Fifa. L’esistenza del fascicolo su Platini, che spera di sostituire Sepp Blatter come numero 1 della Fifa nelle elezioni di febbraio, è stata segnalata anche dai media svizzeri. Oltre a Valcke, la Uefa ha annunciato di aver mandato un reclamo anche a Cornel Borbely, avvocato svizzero che è investigatore indipendente del comitato etico della Fifa e Domenico Scala, presidente indipendente di audit e del Compliance Committee della Fifa nonchè presidente del comitato elettorale.

Fonte Reuters – Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata