Verona, 15 mar. (LaPresse) – “Volevamo fare bene. Avevamo preso sei gol all’andata, siamo venuti a casa senza dire niente. Abbiamo aspettato la nostra rivincita e ce la siamo presa questa sera”. Il tecnico dell’Hellas Verona Andrea Mandorlini è soddisfatto dopo la bella vittoria in campionato ottenuta in casa con il Napoli. “E’ stata una buona gara, è un risultato fondamentale e importantissimo che ci permette di allontarci ancora di più (dalla zona retrocessione, ndr) – ha proseguito l’allenatore degli scaligeri ai microfoni di Sky Sport – Soprattutto nella prima mezzora siamo stati veramente squadra, ordinati, poi davanti abbiamo il fenomeno Luca”, ha sottolineato parlando di Toni, autore della doppietta che ha steso i partenopei. “La mia squadra sa come giocare, però deve avere intensità e cattiveria agonistica, deve aggredire – ha proseguito Mandorlini – Era questo lo spirito che volevo. E’ andato tutto bene, abbiamo vinto contro una grande”. Sul futuro di Toni il tecnico dell’Hellas ha ammesso che “Luca è sempre strano, ma penso che almeno un altro anno può giocare, l’anno scorso ha fatto 20 gol, quest’anno spero si avvicini molto. Deciderà lui con calma – ha concluso – E’ un grande giocatore e un grande uomo, un punto di riferimento per tutti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata