Will.i.am: Come posso rubare canzone se metto nome autore nell'album?

Los Angeles (California, Usa), 27 apr. (LaPresse/AP) - Will.i.am sostiene di essere stato ingiustamente accusato di aver rubato una canzone da un produttore di musica dance russo. Il rapper, ed ex membro dei Black Eyed Peas, ha ammesso di aver sentito la canzone di Arty 'Rebound', suonata insieme con il dj britannico Mat Zo a Londra e di aver registrato una nuova versione con Chris Brown intitolata 'Let's go', che però ha incontrato le critiche e l'opposizione dei fan di Arty, Artem Stolyarov. Will ha detto di aver inviato delle mail ad Arty invitandolo a una collaborazione. Inizialmente il dj ha risposto positivamente ma nelle recenti settimane ha scritto sulla sua pagina di Facebook che non c'è stato alcun accordo tra le rispettive etichette e che "la questione è passata al vaglio dei legali".

Will.i.am ha inserito il nome di Artem Stoliarov come autore della canzone nelle note di copertina dell'album 'Will power', pubblicato questa settimana. "Non puoi rubare qualcosa se lo dichiari inserendolo nei credits" ha dichiarato Will.i.am all'Associated Press. "Io e lui abbiamo comunicato. Non è colpa mia se non mi ha detto che c'era un'altra persona" che aveva prodotto la traccia. "Di chi è la colpa? Io non lo sapevo". Will.i.am ha sottolineato le numerose collaborazioni presenti all'interno dell'album, tra cui i più noti produttori di musica elettronica e dance come Afrojack, Steve Angello e Sebastian Ingrosso.

Will.i.am, che è uscito dalla band dei Black Eyed Peas, ha detto che una volta anche lui ha affrontato problemi simili con i legali quando Estelle e Kayne West hanno pubblicato 'American boy', usando la stessa base di una sua canzone del 2007 'Impatient'. "Non mi è dispiaciuto perché apprezzo la canzone e sono entusiasta della collaborazione. Non ho tirato nessuna pugnalata a Kanye ed Estelle. Perché dovrei farlo? Io sono parte della comunità musicale e la comunità è piccola".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata