Valeria Marini annuncia: A maggio mi sposo con Gianni Cottone

Milano, 15 gen. (LaPresse) - Valeria Marini si sposa con Giovanni Cottone. Ad annunciarlo è la showgirl sulle pagine del settimanale 'Chi', nel numero in edicola domani. "Sarà l'11 maggio, in chiesa, in Vaticano, davanti a Sua eccellenza monsignor Francesco Gioia. Dagli amici non vogliamo regali, ci basta la loro presenza. Chiediamo invece di fare donazioni all'Amri (l'Associazione malattie reumatiche infantili, di cui la Marini è madrina, ndr.), e alla Fondazione Artemisia, presieduta dal mio ginecologo, il professor Claudio Giorlandino". E' raggiante Valeria mentre svela, insieme con il suo compagno, che chiama Gianni, le sue prossime nozze.

Per mettere a tacere chi pensasse a una trovata pubblicitaria, la showgirl precisa subito: "Certo che lo facciamo, mica scherziamo. A Roma, ma in maniera riservata, da soli, con il prete. È bello e impegnativo". Poi spiega: "Gianni me lo aveva chiesto da tempo, ma lo facciamo adesso, perché è un passo importante e volevamo essere sicuri. Una relazione è fatta di sentimento, e questo è stato subito forte. Ma anche di equilibrio, cosa che è giusto verificare nel tempo". Sono già scelti anche i testimoni. Per Gianni "Gigi D'Alessio, amico carissimo e primo a sapere del nostro progetto". Valeria, invece, avrà "Anna Tatangelo, Maria Grazia Cucinotta e Ivana Trump".

Invece per la scelta dell'abito nuziale la soubrette italiana lancia una sorta di concorso nazionale: "Parlando con un amico - dice - mi è venuta l'idea di lanciare un concorso sul mio blog www.valeriamarininewblog.com. Sceglierò, e farò realizzare, un modello tra quelli che mi verranno mandati dai fan". Infine la Marini non esclude l'ipotesi di una maternità: "Ci sposiamo anche per questo, per costruire qualcosa insieme. Gianni ha già un figlio, Andrea, di 23 anni, e fa un po' il papà anche con me. Un figlio è il mio sogno, si tratta solo di dedicarsi al progetto. E chi mi dice che ho 45 anni, sappia che, dentro, sono giovanissima, quasi trentenne".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata