Usa, morto lo stilista di Elvis Presley: lo vestì anche nella bara

Memphis (Tennesee, Usa), 15 nov. (LaPresse/AP) - E' morto a 85 anni Bernard Lansky, il rivenditore di stoffe Memphis che negli anni '50 aiutò un giovane Elvis Presley a creare il suo stile di abbigliamento unico. Ad annunciarlo la nipote Julie Lansky, che ha spiegato che il nonno è morto giovedi nella sua casa di Memphis. Lansky iniziò la sua attività al dettaglio a Memphis nel 1946 con un prestito di 125 dollari avuto dal padre, Samuel. Diventanto un negozio di lusso, la Lansky Bros fornì a Presley le camicie rosa e gli abiti scuri immancabili nelle esibizioni degli esordi. Presley anche quando iniziò a sfoggiare le sue celebri tute scintillanti, continuò gli acquisti presso la Lansky Bros per tutta la sua vita fino alla morte del 1977. Lansky ha anche scelto la tuta bianca e cravatta blu che Presley indossava quando fu sepolto. "Ho messo il suo primo abito e il suo ultimo abito" amava dire Lansky. Il negozio però è stato frequentato anche da tutti igrandi della scena blues, rhythm and blues e jazz di Memphis: BB King, Carl Perkins, Johnny Cash, ZZ Top, Kiss, e Hootie and the Blowfish sono stati alcuni dei suoi clienti. Oggi il negozio non esiste più, ma Lansky ha continuato a lavorare fino all'ultimo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata