Uomo accusato della morte figliastro Usher si dichiara non colpevole

Gainsville (Georgia, Usa), 20 mar. (LaPresse/AP) - L'uomo accusato della morte del figliastro di Usher si è dichiarato non colpevole. The Times of Gainesville riporta che Jeffrey Simon Hubbard di Atlanta ieri ha respinto tutte le accuse, compresa quella di omicidio di primo grado di Kile Glover, figlio di 11 anni dell'ex moglie dekl rapper Usher, Tameka Raymond. Da quando descritto dalle autorità, il ragazzo e suo padre Ryan Glover erano in vacanza sul lago Lanier, in Georgia, quando il 6 luglio Hubbard si è schiantato con una moto d'acqua contro la zattera sulla quale si trovava il ragazzo 11enne. Kile è morto in ospedale il 21 luglio seguente. L'avvocato di Hubbard, Jeff Talley, ha respinto tutte le accuse, incluse quelle sulla conduzione spericolata del mezzo nautico e le violazioni del traffico in acqua.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata