Trivelle, Ficarra e Picone: Votiamo sì per dare segnale a governo
I due comici: Governo coi petrolieri, pensare alle energie rinnovabili

Ficarra e Picone, attori comici tra i più apprezzati in circolazione e conduttori di Striscia la La Notizia, non hanno dubbi su cosa voteranno al referendum sulle Trivelle del 17 aprile: "Noi voteremo sì", hanno detto i due in coro a 'Un Giorno da Pecora', programma di Rai Radio2 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. "Votiamo sì al referendum per dare un segnale al governo: devono cominciare a pensare alle energie rinnovabili", hanno sottolineato. Renzi ha detto che è meglio andare al mare o astenersi, il governo sta con i petrolieri o con gli ecologisti? "Hanno detto che è meglio l'astensione, quindi forse coi petrolieri. E poi ci sembra di capire che le compagnie petrolifere estraggono petrolio o gas ma questo non è nostro, ma loro. Pagano le royalties e lo vendono a chi preferiscono". Questo vuol dire, secondo i due comici siciliani, "che quando ci dicono che questo petrolio porta al nostro fabbisogno, non è vero, perché non è nostro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata