Tour in memoria di Micheal Jackson in Asia, ultima tappa a Hong Kong

Roma, 3 nov. (LaPresse) - Tappa a Hong Kong per il tour in memoria di Michael Jackson. E' solo l'ultimo dei concerti in giro per il mondo con cui i suoi fratelli, riuniti dal 2012, vogliono ricordare Jacko. "Un grande tour che ci ha permesso di sentire l'amore del mondo", commentano Tito e Marlon.

Michael era il più giovane e la voce principale del quintetto che, negli anni Sessanta, entrò nella storia della musica con canzoni come 'Abc', 'I want you back' e 'I'll be there'. Una assenza la sua alla quale i fratelli, dopo decenni dall'inizio della carriera da solista di Jacko e 5 anni dalla sua tragica scomparsa, ancora non riescono ad abituarsi. "Cantare le sue canzoni mi dà molte emozioni - spiega Jermaine -. Ho pianto molto durante le prove, ma ci siamo fatti forza l'un l'altro per superarlo". "E' incredibile quanto le nostre canzoni siano rimaste nel cuore dei fan - spiega Marlon -. Quando eravamo in viaggio tante persone ci fermavano e ci dicevano 'Grazie a voi io e mia moglie ci siamo incontrati, 'I'll be there' è stata la nostra canzone'. Ma noi cantavamo per passione, perché, semplicemente, ci divertivamo" .

Nel tour, la cui prossima tappa sarà nelle Filippine, c'è anche una sezione dedicata ai successi di Michael. "Non credo che ci abitueremo mai all'idea di cantare senza di lui - ha detto Tito -. Ci manca con tutto il cuore, il suo spirito è con noi quando cantiamo e ci dà energia positiva, ci dona il sorriso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata