Torino, Bach a Lingotto Musica: Mullova e Dantone il 26 novembre

Torino, 23 nov. (LaPresse) - È interamente dedicato alla produzione concertistica di Johann Sebastian Bach il quarto appuntamento della stagione dei Concerti del Lingotto di Torino, lunedì 26 novembre, in occasione del quale torna a suonare sul palco dell'Auditorium Giovanni Agnelli l'Accademia Bizantina diretta al cembalo da Ottavio Dantone, entrambi già protagonisti al Lingotto due anni fa in un progetto che vide l'esecuzione integrale dei sei Concerti Brandeburghesi del compositore di Eisenach.

Insieme a loro esordisce ai Concerti del Lingotto la violinista Viktoria Mullova, interprete nota a livello mondiale per la versatilità che la porta a spaziare dalla musica a barocca a quella contemporanea con incursioni nell'ambito del jazz e della world music. Il programma della serata, che si svolge lunedì 26 novembre alle 20.30, all'Auditorium Giovanni Agnelli, in via Nizza 280, a Torino, prevede l'esecuzione dei due Concerti per violino e orchestra in la minore BWV 1041 e mi maggiore BWV 1042: opere dalla datazione incerta, furono sorprendentemente gli unici lavori di Bach destinati a questo organico, che proprio nella prima metà del Settecento godeva di un posto privilegiato nei cataloghi delle opere di quasi tutti i compositori di musica strumentale.

Viktoria Mullova e Ottavio Dantone sono poi protagonisti di un arrangiamento, ad opera dello stesso Dantone, per violino, cembalo e orchestra, del Concerto in La minore BWV 1060, scritto da Bach originariamente per due cembali e orchestra. Il programma si completa con il Concerto per cembalo in la minore BWV 1053, secondo tra gli otto Concerti superstiti destinati allo strumento, composto nei primi anni di Lipsia per gli incontri musicali che si tenevano presso il Caffè Zimmerman e alla cui programmazione Bach era chiamato a sovrintendere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata