Torino, Antonio Pappano e Orchestra S.Cecilia domani a concerti Lingotto

Torino, 21 mar. (LaPresse) - Prosegue la stagione 2014-2015 dei Concerti del Lingotto a Torino con un altro appuntamento di primo piano, che domani domenica 22 marzo 2015 alle 20.30 vede nuovamente sul palco dell'Auditorium Giovanni Agnelli - tre anni dopo l'ultimo concerto tenuto nel gennaio 2012 - l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la bacchetta di Antonio Pappano, direttore alla guida la storica formazione romana dal 2005 e Musical Director del Convent Garden di Londra dal 2002.

Esordio invece al Lingotto per il giovane pianista ucraino, classe 1984, Alexander Romanovsky, vincitore nel 2001 a soli diciassette anni del prestigioso Concorso Pianistico Internazionale 'Ferruccio Busoni'.

Dedicato a Sergej Rachmaninov il primo tempo del concerto che esordisce con il Poema sinfonico op. 21 intitolato L'isola dei morti, pagina ispirata al celebre dipinto di Arnold Böcklin e scritta a Parigi nel 1909 dal compositore rimasto vivamente colpito da una riproduzione in bianco e nero del famoso dipinto.

Opera giovanile è invece il seguente Concerto per pianoforte e orchestra in fa diesis minore op. 1, scritto nel biennio 1890-91 al termine degli studi di conservatorio; a dispetto della giovane età del compositore l'opera mostra una già compiuta maturità compositiva, che rifugge dal puro compiacimento virtuosistico fine a se stesso. Chiude la serata la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 43 di Jean Sibelius, lavoro iniziato in Italia nel 1901 e completato l'anno successivo al rientro in patria, in quel periodo di assimilazione di modelli tardo romantici e degli influssi nazionali e folclorici.

La biglietteria è aperta nei giorni venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 marzo 2015 in via Nizza 280 interno 41, dalle 14.30 alle 19, e un'ora prima del concerto, dalle 19.30. Poltrone numerata da 23 a 52 euro, e ingressi non numerati da 20 e 13 euro (ridotto per i giovani con meno di trent'anni) in vendita un quarto d'ora prima del concerto secondo disponibilità. Informazioni: 011.63.13.721.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata