Torino, al via festival Gruvillage: Ian Anderson plays Jethro Tull

Torino, 17 giu. (LaPresse) - Ritorna da oggi a Grugliasco, alle porte di Torino,l'ottava edizione di Gruvillage, la rassegna di musica e spettacolo dal vivo call'aperto di Shopville Le Gru. La programmazione è della direzione della Shopville Le Gru che produce, gestisce e finanzia il festival con la collaborazione delle migliori organizzazioni del territorio in un palinsesto di concerti e spettacoli: 22 artisti da giugno a settembre 2013. Stasera, lunedì 17 giugno, si parte con Ian Andreson, che suona il meglio dei Jethro Tull. Il 4 luglio è atteso il grande ritorno dei Morcheeba, gruppo cult noto per pezzi trip hop come The Sea e Big Calm, ma anche hit internazionali Rome wasn't built in a Day: sul palco nella formazione originale arricchita dalla voce di velluto della cantante Skye. Spazio anche alla dance e all'elettronica: il 12 luglio il GruVillage apre le porte alla musica dei Jestofunk, protagonisti della house music italiana e non solo, inventori della funk-house. Si esibiscono nella formazione con CeCe Rogers, cantante di colore americano considerato uno dei nomi fondamentali del genere.

Per gli amanti del rock l'appuntamento del 23 luglio è con gli Skunk Anansie, la band della carismatica cantante Skin, che dagli anni 90 conquista il pubblico con uno stile a cavallo tra l'alternative rock, il pop e il metal. Il 2 settembre l'aoountamento è con il giovane cantautore israeliano Asaf Avidan, definito dalla critica come l'erede ideale di Janis Joplin e Bob Dylan. Dopo aver registrato straordinari sold out durante la tournée invernale ed essere stato fra gli ospiti protagonisti dell'ultimo festival di Sanremo, Avidan arriva a Torino per una serata acustica fra rock, folk e blues.

Il mese di luglio si tingerà di note jazz. A inaugurare il GruVillage Jazz il primo luglio saranno i Tower of Power, nella loro unica data italiana per quest'estate: la storica formazione californiana che declina il suo stile fra soul, jazz e funk. Sul palco ci sarà anche Esperanza Spalding, giovane promessa vincitrice del Grammy Award nel 2011 come miglior artista esordiente, che presenterà il 9 luglio il suo ultimo progetto Radio Music Society, una caleidoscopica collezione musicale pensata per celebrare il potere del jazz.

Direttamente da Pittsburgh, il 26 luglio, arriverà George Benson, uno dei più raffinati ed eleganti chitarristi della scena mondiale, a suo agio sia nell'improvvisazione sia nell'intrattenimento musicale. Il 14 luglio suono di confine con il ritorno degli statunitensi Tribal Tech, veri e propri inventori del jazz - rock - fusion: un gruppo che presenta in concerto X, uscito nel 2012, che segna il ritorno dei quattro musicisti che hanno sempre dimostrato di saper miscelare vari generi musicali. Il cartellone del jazz si completa con un protagonista della scena italiana, il 15 luglio, quando si esibirà Raphael Gualazzi con il suo Happy mistake tour. Dopo la partecipazione all'ultimo festival di Sanremo, Gualazzi sul palco è accompagnato da nove musicisti.

Uno spazio del tutto particolare, nel programma dell'estate 2013, è quello dei grandi nomi della musica anglosassone. Musicisti amatissimi, esploratori di suoni e innovatori come Ian Anderson, l'uomo che ha reso popolare il flauto traverso nel mondo del rock guidando i leggendari Jethro Tull, tornerà il 17 giugno a far vibrare il suo strumento nel concerto Ian Anderson plays The Best Of Jethro Tull. Più giovane ma altrettanto cult è Steven Wilson, leader dei Porcupine Tree, che presenta il 6 luglio il terzo album a suo nome The raven that refused to sing, "sei storie di fantasmi e di sovrannaturale" in stile Edgar Allan Poe, intrecciate a un progressive rock che guarda agli anni 70, ma è attualizzato al 2013. Atteso è l'appuntamento con il musicista e grande ingegnere del suono Alan Parsons con il suo Alan Parsons Live Project, celebre per aver curato alcune produzioni musicali come The dark side of the Moon dei Pink Floyd, o Abbey Road e Let it Be dei Beatles. Durante la serata di GruVillage, il 19 luglio, Parson presenterà il suo Greatest Hits Tour, un concerto nel quale ripercorrerà i suoi grandi successi, dagli storici Time, Eye in the sky e Psychobabble.

Steve Hackett sarà in concerto il 22 luglio con il suo Steve Hackett - Genesis Revisited World Tour: leggendario chitarrista dell'epoca d'oro dei Genesis accanto a Peter Gabriel e Phil Collins, Hackett è stato ufficialmente celebrato nel 2010 con l'ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame. Al GruVillage porterà una rivisitazione della golden age dei Genesis, in cui Hackett faceva parte della band.

Sul palco di Gruvillage anche nomi del panorama nazionale. Dopo una serie impressionante di tutto esaurito nei club, arriva al GruVillage il 20 giugno il concerto estivo de I Ministri che presenteranno il loro ultimo album Per un passato migliore: chitarra batteria e basso per suoni rock che rimandano agli anni '90 fra Smashing Pumpkins, Oasis e Rage Against the Machine. ll 30 giugno sarà la volta del sound salentino dei Sud Sound System che dalla Puglia intratterranno il pubblico torinese con le loro sonorità fra reggae e taranta e presenteranno la raccolta The Best of Sud Sound System, la raccolta che celebra i primi vent'anni della band. Nel cartellone dell'ottava edizione del GruVillage, il fenomeno hip-hop: venerdì 5 luglio a rappresentare il genere più amato dai giovanissimi Fedez, il rapper ventiquattrenne che con il cd Sig. Brainwash - L'arte di accontentare ha conquistato le classifiche con storie di vita vissuta, analisi lucida della società e feroce ironia.

Niccolò Fabi, impegnato nel suo Ecco tour 2013, suona l'11 luglio.Il GruVillage dedica la serata del 24 luglio al rap italiano portando sul suo palco tre grandi nomi del panorama del freestyle made in Italy: il torinese Ensi, il rapper romano Gemitaiz e il beatmaker Salmo. Il 3 agosto, per ballare senza pensieri, Cristina D'Avena e i Gem Boy saliranno sul palcoscenico per un concerto in cui le migliori sigle dei cartoni animati degli anni passati torneranno alla ribalta in una rilettura pop rock che promette divertimento per tutti.

Il programma del festival Gruvillage, come ogni anno, punta anche sulla comicità italiana. Il 3 luglio qil palco del GruVillage si trasformerà in un ring per la sfida Zelig vs Colorado a rappresentare le due grandi "scuole" di cabaret d'Italia ci saranno Angelo Pintus e Andrea Perroni in una sfida a colpi di battute. Nel cartellone trova spazio anche la magia surreale e la poetica raffinata del trasformista Ennio Marchetto in scena il 10 luglio con il suo spettacolo A qualcuno piace carta. A cavallo fra musica e ironia, sabato 20 luglio l'inedito trio composto da Ale e Franz insieme a Enrico Ruggeri: le loro strade si erano già incrociate, ma quando Enrico ha chiesto ai due comici di partecipare a un video è nata l'idea di questo Sarebbe bello, uno spettacolo che coniugherà musica e parola. Il cartellone del GruVillage 2013 è costruito dalla direzione di Shopville Le Gru in collaborazione con Hiroshima Mon Amour, Live Nation, Set Up, Radar/Metropolis, Eventiduemila e Dreams Live. Gruvillage Festival, area sterna Shopville Le Gru, via Crea 10, Grugliasco (To). Posto a sedere numerato da 36, 45 e 50 euro. Apertura porte ore 20.30, inizio concerto ore 22.00.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata