Tiziano Ferro: Un figlio? La mia data limite sono i 40 anni
"Più sto in America, a contatto con genitori gay, più comprendo la nostra scelta sentimentale e scopro come funziona la realtà"

 "Più sto in America, a contatto con genitori gay, più comprendo la nostra scelta sentimentale e scopro come funziona la realtà ma anche come dis-funziona. La mia data limite per avere un figlio è quarant'anni. Ora mi sto impegnando come promotore del Lazio Pride. È importante stanare l'odio e la paura nelle province. La mia Latina sta diventando una città del futuro". Lo racconta Tiziano Ferro in un'intervista a Repubblica. Nel colloquio il cantante, che ora si trova a Las Vegas per girare il suo nuovo video di 'Lento/Veloce', parla anche del suo modo di vivere la fama: "Ho sempre pensato che la vita all'estero mi mantenesse puro dall'ego, invece mi trovo in America vittima di quella droga". Ferro scappa "dal diventare qualcuno. Mi sento un po' in riabilitazione da egolatria. Questo è un mestiere che, per quanto tu lo voglia fare da vergine, alla fine ti intrappola: ti porta sempre a parlare di te, a scegliere la versione di Tiziano da qui a poco dopo. I social media? Sono il crack del narcisismo. Mi fa paura vivere per l'istante. Io vivo per l'infinito: spero di lasciare un messaggio che rimanga anche quando non ci sarò più".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata