Tim Burton, cartellino rosso se Helena Bonham Carter si comporta male

Londra (Regno Unito), 1 mag. (LaPresse) - Tim Burton si è talmente appassionato al calcio da mettersi a fare l'arbitro in casa propria. E tiene in riga sua moglie, Elena Bonham Carter, ammonendola o perfino espellendola se si comporta male. È lei stessa a raccontare al Sun dello scherzo tra loro. "È diventato un vero fanatico del calcio, così tiene sempre con sé con i cartellini gialli e rossi per cattiva condotta. Vengo sempre espulsa. È un gioco divertente, per me va bene". Ci si aspetterebbero punizioni ben più cupe da parte del regista, considerando la creatività bizzarra che scatena nei suoi film.

Helena, che oltre a essere sposata a Burton è anche una delle sue muse, compare nuovamente insieme all'attore feticcio di suo marito, Johnny Depp, anche nel suo ultimo film sui vampiri, 'Dark Shadows', racconta di avere avuto il ruolo per la sua capacità di contrarre le sopracciglia e fare movimenti strani con le mani - come si è già visto quando ha vestito i panni di Bellatrix Lestrange nei film di 'Harry Potter'.

Helena ha raccontato quali sono le ragioni per cui rischia il cartellino rosso dal suo gotico arbitro personale: indossare abiti di un colore diverso dal nero, soffermarsi su dvd in cui non c'è Depp, spegnere lo stereo se ci sono canzoni dei Cure, suggerirgli di andare dal barbiere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata