I giudici
I giudici
The Voice of Italy: ecco i primi talenti che hanno superato la blind audition

In tutto sono sedici le esibizioni sul palco, ma solo 14 ce l'hanno fatta: ecco tutto quello che c'è da sapere su di loro

Sono quattordici i talenti che hanno superato la prima blind audition di The Voice of Italy, il talent condotto da Simona Ventura e che vede come giudici Morgan, Elettra Lamborghini, Gigi D’Alessio e Gué Pequeno. Al termine della prima puntata, dopo 16 esibizioni sul palco, le squadre sono queste: 

Team Morgan: Noemi, Emanuela Caputo, Matteo e Diablo;
Team Gigi: Stefano Colli, Marta Verrecchia, Kumi Watanabe, Eliza G.; 
Team Elettra: Giorgia La Commare, Serena Maria Police; 
Team Gué: Josuè Previti, Ares Favati, le Sindolls, Sophia Murgia. 

Non ce l'hanno fatta Alberto Nemo e Stefano Ciacia. La competizione proseguirà nella seconda puntata, in onda martedì 30 aprile. In tutto sono cinque le Blind Audition che i coach hanno a disposizione per scegliere una prima rosa di 14 talenti per ciascun team: solo 6 per squadra accederanno alla fase successiva, quella delle Battle.

La prima puntata ha registrato oltre 2milioni e 434 mila telespettatori e uno share dell’11,15%, con punte del 17.34% e una media del 21.1% nel target 11-14 anni. Esordio positivo anche sui social: l'hashtag #TVOI ha conquistato il primo posto dei Trend Topic Italia e il terzo posto dei Trend Topic Mondo. Nel complesso, la prima puntata della nuova edizione di The Voice ha generato un totale di 179.500 interazioni.

Ecco tutto quello che c'è da sapere sui primi 14 concorrenti:

JOSUÉ PREVITI

ETÀ: 17
CITTÀ DI PROVENIENZA: MESSINA
PROFESSIONE: STUDENTE

Josué ha 17 anni, vive a Messina e studia al quarto anno dell’Istituto Tecnico Economico Statale con indirizzo turistico. Caratterialmente è solare e socievole. È cresciuto con la musica, essendo la mamma una patita dei Queen e di Renato Zero, e da piccolo cantava le canzoni dei cartoni animati. La sua passione, però, è esplosa coscientemente ascoltando, sempre grazie alla mamma, Adagio di Lara Fabian e Listen di Beyoncé, la sua cantante preferita in assoluto. In seguito, verso i 9 anni, le ha chiesto di poter cominciare a studiare seriamente canto. Inizialmente i genitori non erano molto d’accordo, ma è riuscito a convincerli e adesso sono i suoi primi sostenitori. Studia da quasi 9 anni con gli stessi maestri di quando ha iniziato. Josuè ogni tanto si esibisce in serate live (nel 2016 ha aperto un concerto di Annalisa Minetti in provincia di Messina) ed è soprattutto un interprete, ma da poco si cimenta anche nella scrittura. Le sue canzoni parlano di esperienze che ha vissuto o che ha visto vivere a persone a lui vicine. Il suo sogno più sincero è «Fare soprattutto musica mia, trovare un percorso mio, un genere e un mondo che mi appartengano. Vorrei diventare un cantante “esagerato” e fare molti concerti, come Beyoncé o Sam Smith, anche se capisco che è praticamente impossibile».

GIORGIA LA COMMARE

ETÀ: 17
CITTÀ DI PROVENIENZA: TRAPANI
PROFESSIONE: STUDENTESSA

Giorgia è nata a Erice (in provincia di Trapani), ha 17 anni, è energica e ha una forte personalità. Frequenta il terzo anno di Liceo Classico ed è iscritta al primo anno di Canto Pop presso il conservatorio “Scontrino” di Trapani. Suona il basso da circa due anni (è la leader di una band al femminile) e il pianoforte da autodidatta. Ha iniziato a cantare e a esibirsi fin da piccola con assoluta padronanza del palco. L’ambiente familiare ha sicuramente contribuito a spingerla verso il mondo musicale: la madre suonava il pianoforte, ha una zia musicista e uno zio che è un cantante amatoriale. La vita di Giorgia si divide tra scuola, conservatorio e amici, con i quali passa i sabati sera chiusa in sala di registrazione. In pratica la musica sta diventando il fulcro dei suoi interessi. Sa di essere curiosa e molto determinata e in futuro si vede via da casa verso Roma (e perché no, fare sold out all’Olimpico!) o anche Verona (sogna di essere protagonista di un musical Disney sul palco dell’Arena). Purtroppo sa di dover lasciare la sua città per rincorrere la favola, anche se questo significa lasciare la spiaggia dove ogni tanto va a rifugiarsi davanti al mare burrascoso.

GIORGIA MAURIZIO

ETÀ: 18
CITTÀ DI PROVENIENZA: SORRENTO
PROFESSIONE: STUDENTESSA
NOME D’ARTE: DI MONDA

Giorgia ha 18 anni e vive a Sorrento. È cresciuta senza la figura paterna e come figure di riferimento ha sempre avuto i nonni materni e la mamma Sabrina, che a suo dire «è colei che mi sostiene e mi dà la forza di andare avanti». Ha frequentato il liceo linguistico per i primi tre anni, poi ha deciso di trasferirsi al liceo classico, dove quest’anno deve sostenere gli esami di maturità. È una ragazza solare e sorridente, sempre molto attiva, tra sport e interessi vari. Un giorno, per seguire le orme del nonno, le piacerebbe diventare un giudice penalista.

NOEMI MATTEI

ETÀ: 21
CITTÀ DI PROVENIENZA: ROMA
PROFESSIONE: STUDENTESSA
NOME D’ARTE: NAÏVENoemi è di Roma, ha 21 anni e frequenta l’Accademia Superiore Della Moda. La musica è la sua valvola di espressione e sfogo, infatti non è molto contenta dell’eccessivo impegno richiesto dal suo percorso di studi, che le impegna gran parte del tempo che potrebbe invece dedicare alla sua passione o a qualche lavoretto che le permetterebbe di finanziarsi le lezioni di canto, di strumento e di composizione. Partecipando al programma spera in una crescita, soprattutto in una fase della sua vita in cui fa fatica a trovare un senso alle cose. Il suo sogno più grande è essere felice, stare bene con gli altri e con sé stessa, silenziare i troppi pensieri, cosa che riesce a fare grazie alla musica. Sente di avere cose da dire, è infastidita dai luoghi comuni ed è per questo che desidera scrivere.

EMANUELA CAPUTO

ETÀ: 22
CITTÀ DI PROVENIENZA: OTTAVIANO (PROVINCIA DI NAPOLI)
PROFESSIONE: STUDENTESSA
NOME D’ARTE: MORGANA

Emanuela ha 22 anni, è nata a Napoli e vive a Ottaviano (provincia di Napoli) con la mamma, la sorella e due cagnoline. Studia Lingue Orientali con buoni profitti. Il suo nome d’arte è “Morgana”, come la figura mitologica legata alle leggende arturiane, perché è innamorata della letteratura inglese. La passione per la musica è nata presto, anche grazie alla famiglia materna, un crogiuolo di artisti: il nonno era cantante e strumentista, mentre la mamma e la nonna suonano il pianoforte. Emanuela canta da 15 anni, suona il pianoforte da 7 e ora si cimenta anche con la chitarra e il basso. Negli ultimi tempi ha iniziato a scrivere suoi brani, anche in lingua inglese. Nonostante la giovane età, sostiene di aver già avuto numerose “porte in faccia”, quindi vive la musica con un po’ di distacco e disincanto, anche se è sempre appoggiata dalla parte femminile della sua famiglia nel suo sogno di diventare cantante e cantautrice.

ARES FAVATI

ETÀ: 31
CITTÀ DI PROVENIENZA: VINOVO (PROVINCIA DI TORINO)
PROFESSIONE: VOCALIST

Ares è nato a Busto Arsizio (Provincia di Varese), ha 31 anni ed è un ragazzo sorprendente: aitante ed estroverso, all’apparenza sembra un tipo “tutto muscoli e niente cervello” ma in realtà è profondo, sensibile e colto (ha frequentato Giurisprudenza senza concluderla e si è laureato in Economia privatamente). Lavora come vocalist in discoteca e non mai studiato canto; si è scoperto “cantante” nell’estate del 2006, quando un amico lo ha spinto a cantare al karaoke di un pub la parte rap di In the end dei Linkin Park e Wherever you will go dei The Calling. Nello stesso anno si è innamorato dello swing grazie all’album It’s time di Michael Bublé e ha approfondito il genere ascoltando anche Frank Sinatra e Dean Martin, cominciando a canticchiare le loro canzoni. Ares ama diversi generi musicali: rap, swing, pop leggero italiano ma anche il cantautorato. Ares sogna di fare un concerto con le sue canzoni, anche se ammette che potrebbe avere un po’ di timore ad esibirsi davanti a tanta gente.

MATTEO CAMELLINI

ETÀ: 24
CITTÀ DI PROVENIENZA: SASSUOLO (PROVINCIA DI MODENA)
PROFESSIONE: INSEGNANTE

Matteo ha 24 anni, vive a Sassuolo, in provincia di Modena, e insegna inglese e musica in vari istituti scolastici. La sua famiglia ha contribuito ad accrescere la sua passione per la musica: la madre era un soprano (purtroppo è venuta a mancare quando lui aveva 9 anni), mentre il padre, in gioventù, lavorava in una piccola radio locale (e fu uno dei primi a trasmettere canzoni straniere). Matteo ha manifestato il suo talento per la musica sin dalle scuole medie, quando ha imparato a suonare la pianola; poi si è iscritto al conservatorio, seguendo il consiglio dei suoi insegnanti. A 19 anni si è trasferito a Londra, dove ha vissuto per tre anni. Lì ha affinato la lingua inglese, ha studiato composizione musicale e ha cominciato a cantare seriamente.

INA e SERENA SINANI

ETÀ: 20
CITTÀ DI PROVENIENZA: MEDA (PROVINCIA DI MONZA-BRIANZA)
PROFESSIONE: STUDENTESSE
NOME D’ARTE: SINDOLLSLe ventenni Ina e Serena Sinani sono due sorelle gemelle nate a Monza e di origini albanesi che condividono la passione per la musica e cantano in duo con il nome d’arte “Sindolls”. Hanno iniziato a fare musica grazie ai genitori, da sempre appassionati, che le hanno educate all’ascolto di un po’ tutti i generi in modo trasversale. Hanno cominciato a suonare la chitarra e poi a cantare, avendo come artiste di riferimento Ariana Grande e Nicki Minaj. Sono delle YouTuber e sul loro canale postano video nei quali cantano, ma anche semplicemente parlano di vari argomenti. Entrambe considerano The Voice come ad un’occasione per dare una svolta alla loro passione per la musica e una possibilità per trasformarle in un lavoro. Al momento studiano Scienze della Comunicazione, ma solo per avere in extremis un piano B.

DOMINIQUE CHILLÉ DIOUF DIABLO

ETÀ: 18
CITTÀ DI PROVENIENZA: CERVASCA (PROVINCIA DI CUNEO)
PROFESSIONE: DISOCCUPATO
NOME D’ARTE: DIABLO

Dominique è nato 18 anni fa a Roma, ma vive a Cervasca, un paesino in provincia di Cuneo, con la madre e un fratello minore (14 anni). L’altro fratellino vive con il padre, che Dominique non ha mai conosciuto (i suoi si sono separati prima della sua nascita). Ha lasciato la scuola a novembre e al momento è in cerca di occupazione; nel frattempo si mantiene con piccoli lavoretti e soprattutto con la musica. Ha scelto il nome d’arte “Diablo” per riflettere la parte di sé più tormentata e difficile. È appassionatissimo di musica fin da bambino: ci sono filmati di lui molto piccolo in cui ballava e cantava, soprattutto le canzoni di Michael Jackson. Ha studiato solfeggio, chitarra, chitarra elettrica (3 anni) e pianoforte (1 anno). Si è appassionato al rap come genere specifico ascoltando Eminem, Kanye West, Lil Wayne, Lil Gnar e artisti italiani come Gemitaiz (suo idolo per la semplicità con cui riesce a scrivere «pezzi mozzafiato»), Fabri Fibra, Salmo, Gué Pequeno e il trapper Tedua. Anche lui rappa e il suo flow è accostabile a quello di Salmo e di Capo Plaza. Dominique scrive tutti i giorni e sul cellulare ha centinaia di testi originali, complessi e con molti incastri. Ha capito che vuole vivere di musica e il suo sogno è far sentire la sua arte al mondo: «La musica, quando la tiri fuori, non è che lo fai per spaccare, per diventare famoso o ricco. Se alla gente piace sei fortunato, ma prima deve piacere a te. Devi dire quello che senti per farlo sentire agli altri. Il mio obiettivo è che gli altri capiscano me e la mia musica. Il mio sogno è farmi ascoltare, che sia con la musica adesso o che sia un giorno con il ballo, comunque con qualcos’altro di artistico». Per lui la musica ha un duplice valore: è arte e salvezza, motivo per cui dichiara «Non mi sentirei di vivere in un mondo senza musica».

STEFANO COLLI

ETÀ: 29
CITTÀ DI PROVENIENZA: PIANORO (PROVINCIA DI BOLOGNA)
PROFESSIONE: ATTORE E CANTANTE

Stefano è nato a Bologna, ha 29 anni e vive a Pianoro (Provincia di Bologna). Ha frequentato per 4 anni la facoltà di Giurisprudenza, che poi ha abbandonato per dedicarsi completamente alla musica e alla recitazione, le sue più grandi passioni. Oggi, infatti, lavora come attore e cantante e racconta che la musica e il teatro sono stati due mezzi per vincere la sua timidezza e per relazionarsi con gli altri senza vergogna. Ha iniziato a cantare al liceo 10 anni fa, poi ha avuto modo di incontrare la cantante Iskra Menarini, grazie alla quale ha cominciato a cantare in giro per l’Italia e ha avuto l’opportunità di conoscere grandi autori della musica italiana come Lucio Dalla e Francesco de Gregori. Oltre alla musica e al cinema, Stefano ama la letteratura, soprattutto quella contemporanea italiana, e anche per questo ha creato un canale Instagram dove pubblica foto dei libri che legge.

MARTA VERRECCHIA

ETÀ: 17
CITTÀ DI PROVENIENZA: GAETA (PROVINCIA DI LATINA)
PROFESSIONE: STUDENTESSA
NOME D’ARTE: MARTHA

Marta è una ragazza di 17 anni che vive a Gaeta, una piccola cittadina della provincia di Latina, e frequenta il 4 anno del liceo linguistico. È cresciuta in fretta ed è molto matura per la sua età. Si ritiene allegra e con tanta voglia di scherzare. Il suo nome d’arte è Martha. Ha gli atteggiamenti e le movenze tipiche di chi si sente di avere un’anima “rock”. Terza di 5 figli, ha iniziato a cantare grazie alla sorella maggiore, che faceva parte del coro della chiesa e così ha cominciato anche lei. Il suo sogno è diventare una cantante professionista, ma se non dovesse riuscirci il suo piano B è rimanere comunque nel mondo dello spettacolo come make-up artist.

KUMI WATANABE

ETÀ: 50
CITTÀ DI PROVENIENZA: MILANO
PROFESSIONE: CANTANTE, AUTRICE E SOUND-DESIGNER

Kumi ha 50 anni ed è nata a Tokyo da madre italiana e padre giapponese, di professione diplomatico. È cresciuta tra il Giappone la Germania, il Messico, la Francia e l’Inghilterra e questo continuo peregrinare le ha permesso di immergersi nelle tradizioni musicali dei vari Paesi in cui ha vissuto e di acquisire un gusto musicale raffinato e particolare. Dopo la morte del padre, quando lei aveva 14 anni, si è trasferita insieme alla mamma e al fratello in Italia. A 36 anni si è trasferita a Londra, dove ha studiato canto e pianoforte e si è diplomata in Sound Design. Un anno fa ha lasciato Londra per vivere a Milano, dove insegna canto e dizione e si esibisce con la sua band in vari locali. Oggi Kumi è cantante, autrice e sound-designer e scrive brani in inglese, francese, italiano, giapponese e spagnolo. In passato ha aperto i concerti di artisti come Gary Moore, Jeff Beck, Jethro Tull, Ani DiFranco e ha duettato con Franco Battiato nell’album “X Stratagemmi”, accompagnandolo nel tour europeo.

SOPHIA MURGIA

ETÀ: 18
CITTÀ DI PROVENIENZA: BUDONI (PROVINCIA DI SASSARI)
PROFESSIONE: STUDENTESSA

Sophia ha 18 anni, nata ad Olbia e vive a Budoni (provincia di Sassari) con i genitori e due sorelle minori e studia al Liceo Artistico. È appassionata di musica fin da piccola, quando ascoltava le cassette a casa della nonna o CD in macchina e cantava a squarciagola nel cortile di casa. Ha iniziato a studiare canto a 7 anni e oggi ascolta ogni genere di musica, perché ritiene che da ciascun artista possa imparare qualcosa. I suoi artisti preferiti sono Adele, Jessie J e Anastacia. La famiglia ha sempre appoggiato e incoraggiato la sua passione e grazie alla musica è riuscita a superare i momenti difficili della sua vita e a reagire con positività anche nelle situazioni peggiori

ELISA GAIOTTO

ETÀ: 34
CITTÀ DI PROVENIENZA: CANEVA (PROVINCIA DI PORDENONE)
PROFESSIONE: CANTAUTRICE
NOME D’ARTE: Eliza G

Elisa, nata a Sacile (in provincia di Pordenone), in arte Eliza G, è una cantautrice di 34 anni che spazia dall’electropop all’acustico. Vive a Caneva (provincia di Pordenone) insieme ai suoi genitori, che l’hanno sempre educata a essere curiosa, appassionata, ambiziosa e a lottare per raggiungere i suoi obiettivi, nel rispetto di sé stessa e degli altri. Durante l’infanzia Elisa si appassiona al pianoforte e ne intraprende gli studi classici per diversi anni (adesso lo suona come accompagnamento “basico” mentre canta). Si approccia al canto verso i 15 anni, quasi per casualità, proponendosi dapprima come tastierista per la rock band dell’istituto tecnico che frequenta (Ragioneria) e diventandone poi la cantante. La band continua il percorso anche fuori dall’ambito scolastico e dal ‘99 al 2006 Elisa muove i primi passi nel mondo del live, facendo la classica gavetta nei locali e in eventi di vario genere («Ho fatto dai pub ai motoraduni, dal pianobar ai matrimoni»), soprattutto dal ‘98 al 2003. Nel frattempo, prende anche lezioni di canto lirico. Quando la band si scioglie, nel 2006, ne fonda un’altra, con cui sperimenta diversi stili musicali: inizia così un percorso unplugged spaziando dal pop, al funky, dall’R’n’B fino alla dance, che la porta a esibirsi in oltre 150 date all’anno. Durante la sua carriera, Elisa ha ottenuto un notevole successo all’estero, soprattutto in Brasile (dov’è soprannominata a diva, cioè “la diva”), Spagna, Grecia, Svizzera, Gran Bretagna e Canada, vantando diversi brani in classifica e numerosi tour. La fama l’ha portata a essere presente come special guest in club ed eventi prestigiosi, al fianco di numerose star internazionali, e a diventare brand ambassador e tour partner di svariati brand importanti. Nonostante la popolarità internazionale, in Italia è fondamentalmente ancora poco conosciuta, per quanto lavori parecchio e si esibisca in molte date live. The Voice of Italy potrebbe essere l’occasione giusta per tentare il tutto per tutto per affermarsi anche in patria. A questo proposito, dichiara: “L’Italia è il mio Paese, mi piacerebbe poter dire “ce l’ho fatta anche qui”. The Voice è una sfida, un motivo di confronto e di crescita personale e artistica: sulle spalle ho un bagaglio culturale e di carriera “che pesa” e vorrei arricchirlo ancora».

Eliminati

ALBERTO NEMO BARBIERATO

ETÀ: 31
CITTÀ DI PROVENIENZA: ROVIGO
PROFESSIONE: MUSICISTA, CANTANTE, COMPOSITORE E PRODUTTORE
NOME D’ARTE: ALBERTO NEMO

Alberto ha 31 anni, vive a Rovigo ed è musicista, cantante, compositore e produttore. È polistrumentista e suona chitarra basso, pianoforte, organo e batteria, oltre a qualche strumento a fiato e ad arco, che ha imparato da autodidatta. La musica per lui «È una ricerca interiore» e concretizza la sua necessità di espressione. Il suo percorso artistico comincia cantando ai funerali. Il motivo di questa scelta particolare è che si definisce empatico e ama gli scambi di energia tra le persone e secondo lui durante le cerimonie funebri gli scambi energetici sono molto potenti. Dal 2011 al 2015 attraversa l’Europa (Venezia, Praga, Berlino, Amsterdam, Parigi) suonando in chiese, castelli e teatri. Alberto ha un look “dark” particolare e riconoscibilissimo ed è un personaggio ermetico, criptico ed enigmatico, caratteristiche che lo rendono affascinante, come la sua musica. Il suo linguaggio espressivo – così come il personaggio stesso – è unico e complesso, per niente convenzionale o scontato.

STEFANO CIARCIA

ETÀ: 30
CITTÀ DI PROVENIENZA: TORINO
PROFESSIONE: GESTISCE UNA BANCARELLA DI DOLCIUMI

Stefano ha 30 anni e vive a Torino con la sua fidanzata. È una persona molto interessante, sensibile, tenace e con una bella vocalità rock/soul. Nella vita gestisce una bancarella di dolciumi che ha ereditato dal nonno. Nonostante i ritmi serrati di lavoro, trova sempre il tempo da dedicare alla musica, che per lui è fonte di vitalità e di espressività, nonché “rifugio” nei momenti difficili. Tra i suoi cantanti preferiti ci sono Giorgia e Freddie Mercury, ma il suo idolo indiscusso resta Tiziano Ferro, le cui canzoni lo hanno accompagnato in diversi momenti della sua vita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata