Stefano Accorsi: "Non sarò in 'The New Pope', ma presto '1994' e il nuovo film di Ozpetek"
Stefano Accorsi: "Non sarò in 'The New Pope', ma presto '1994' e il nuovo film di Ozpetek"

"C’è stato un rimaneggiamento dei copioni", ha semplicemente spiegato l'attore. E parla dei nuovi progetti

Niente da fare: Stefano Accorsi non sarà nel cast di 'The New Pope'. L'attore 49enne, che era fra gli italiani presenti nella serie firmata da Paolo Sorrentino e che andrà in onda su Sky, ha dato la notizia durante la 49esima edizione del Giffoni Film Festival. "C’è stato un rimaneggiamento dei copioni", ha semplicemente spiegato Accorsi, che sul set, in ogni caso, ci è stato e ha interpretato il ruolo di presidente del Consiglio. Per questo la vicenda non intacca minimamente la sua profonda ammirazione per il regista: “Sorrentino scrive in un modo incredibile e ha un controllo totale del set”. E Jude Law, protagonista della serie (come già in 'The Young Pope'), “è un attore preparatissimo e ci siamo molto divertiti ad improvvisare”.

Intanto, presto vedremo Accorsi sul piccolo schermo con '1994', serie Sky sequel di '1992' e '1992'. Secondo l'attore, “questa sarà la stagione più matura”. Leonardo Notte non è morto come sembrerebbe alla fine di 1993 ma “è sopravvissuto ed è l’uomo più vivo di questo pianeta”.

Non solo televisione, ma anche cinema nel futuro prossimo di Accorsi. Dopo 'Le fate ignoranti' e 'Saturno contro', infatti, l'attore torna nelle sale il 28 novembre con 'La Dea Fortuna', diretto ancora una volta da Ferzan Ozpetek. "Un fuoriclasse", lo definisce. Con Edoardo Leo, Filippo Nigro, Jasmine Trinca e Serra Yilmaz, il film racconta di una coppia di omosessuali in crisi la cui routine viene stravolta all’improvviso dall’arrivo di due bambini. “E’ stata una bella lavorazione”, ha raccontato Accorsi, precisando che questo “non è un film a tesi, a Ferzan piace sorprendere il pubblico ed è proprio lì che comincia il vero cuore del film”. Per quanto riguarda le adozioni a favore di coppie gay l'attore ha dichiarato: “La famiglia è un posto dove c’è l’amore. Se i genitori sono felici, i bambini sono felici. E questo è l'importante”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata