Sylvester Stallone sarà un mafioso nella serie 'Omertà'
Prima volta sul piccolo schermo per l'ex Rocky Balboa

Sylvester Stallone sarà protagonista della serie televisiva 'Omertà', dedicata alla mafia e adattamento dell'omonimo romanzo di Mario Puzo, già autore de 'Il padrino'. La Weinsten Company è incaricata di produrre la serie, che per ora non ha una piattaforma di diffusione. A dirigerla sarà il regista americano Antoine Fuqua, autore di 'Training Day' nel 2001 e quest'anno del remake 'I magnifici 7' con Denzel Washington. Stallone, che quest'anno compirà 70 anni, con 'Omertà' si cimenterà per la prima volta con il piccolo schermo, vestendo i panni di don Raymonde Aprile.

Lo scorso anno l'attore è tornato in prima fila a Hollywood grazie al suo ruolo di pugile Rocky Balboa in 'Creed - Nato per combattere', per cui ha vinto un Golden globe come attore non protagonista. Emblema del cinema d'azione più spettacolare, Stallone è stato protagonista delle saghe di 'Rocky' e 'Rambo' e la sua popolarità è stata trasversale, arrivando sino alle nuove generazioni grazie a 'I mercenari - The Expendables'. Nel corso della sua carriera è stato nominato tre volte all'Oscar, due volte per 'Rocky' nel 1976 e una per 'Creed - Nato per combattere' nel 2015.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata