Susan Sarandon contro Woody Allen: Abusò della figlia adottiva
Sarandon, insieme all'attrice Geena Davis, sarà premiata stasera a Cannaes per il suo contributo all'industria del cinema e alla causa delle donne

L'attrice statunitense Susan Sarandon ha criticato duramente il regista Woody Allen per i suoi presunti abusi sulla figlia adottiva Dylan quando era minorenne. "Non ho nulla di buono da dire su di lui", ha dichiarato l'attrice. "Credo che abbia abusato sessualmente di una bambina e non credo proprio che questo sia giusto", ha aggiunto parlando ad un forum organizzato dalla rivista Variety e da consorzio francese del lusso Kering in occasione del secondo summit 'Women in Motion', che durante il festival di Cannes tiene alto il tema del peso delle donne nell'industria del cinema.
 

 Sarandon, insieme all'attrice Geena Davis (25 anni dopo lo storico film 'Thelma e Louise'), sarà premiata stasera per il suo contributo all'industria del cinema e alla causa delle donne.
Il regista Woody Allen ha inaugurto mercoledì il Festival di Cannes con il suo ultimo film 'Caffè Society', nello stesso giorno in cui suo figlio Ronan Farrow, avuto con l'attrice Mia Farrow, lo ha accusato in pubblico di aver abusato della sorella adottiva.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata