Stevie Wonder e Meryl Streep vincono Medaglia Presidenziale Libertà

Washington (Usa), 25 nov. (LaPresse/AP) - "Avete reso il mondo più forte, più saggio, più bello e più umano". Sono queste le parole con cui il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha elogiato i vincitori di quest'anno della Medaglia Presidenziale della Libertà. A spiccare tra i 18 artisti, attivisti e parlamentari premiati ieri alla Casa Bianca sicuramente Ethel Kennedy, Meryl Streep e Stevie Wonder. Obama ha lodato il talento della Streep, immenso e "senza pari", e la sua capacità di promuovere empatia sullo schermo e non solo.

Wonder, invece, è stato definito dal presidente "un prodigio musicale il cui calore e l'umanità possono essere ascoltati in ogni nota delle sue canzoni". Hanno ricevuto il premio anche il giornalista della NBC Tom Brokaw, la scrittrice Isabel Allende e il deputato democratico John Dingell, membro più longevo del Congresso che andrà in pensione alla fine dell'anno. Sei le Medaglie postume che sono state vinte, tra gli altri, da James Chaney, Andrew Goodman e Michael Schwerner, attivisti per i diritti civili uccisi nel 1964 da alcuni membri del Ku Klux Klan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata