Steven Spielberg: Voglio portare i film di Bollywood negli Stati Uniti

Mumbai (India), 14 mar. (LaPresse/AP) - Steven Spielberg vuole "più di uno scambio culturale" tra Stati Uniti e India e ha intenzione di portare i film di Bollywood negli Stati Uniti. "Vedrò cosa possiamo fare attivamente per ispirare più di uno scambio culturale, e se anche fosse solo una strada a senso unico, far arrivare più film indiani in America, trovare un posto per mostrarli, forse non subito nelle sale cinematografiche, ma in televisione" ha detto il regista statunitense pluripremiato agli Oscar, rivolgendosi all'attore indiano Amitabh Bachchan. La conversazione tra i due giganti delle rispettive industrie cinematografiche è avvenuta in un'intervista televisiva in India.

Spielberg si trovava a Mumbai, la patria di Bollywood, per celebrare il successo di 'Lincoln', che è stato coprodotto dalla compagnia indiana Reliance Entertainment, di proprietà dell'industriale Anil Ambani.

"Sono passati 30 anni da quando sono stato in India" ha raccontato il regista. "L'ultima volta era il 1983. La gente era molto accogliente verso uno straniero, mi invitavano a mangiare con loro, a dormire da solo. Non sapevano chi io fossi. Era subito dopo 'Lo squalo' e sicuramente dopo che era uscito 'Incntri ravvicinati'. Era grandioso che nessuno mi conoscesse, lo ricordo come uno dei momenti più felici della mia vita, il relativo anonimato di viaggiare attraverso l'India".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata