Steven Spielberg: Andrò in pensione quando ci andrà Clint Eastwood

Los Angeles (California, Usa), 10 gen. (LaPresse) - Steven Spielberg non ci pensa proprio ad appendere la cinepresa al chiodo. Il regista 65enne che ha diretto 50 pellicole nella sua carriera, continuerà a lavorare a Hollywood almeno finché il suo amico e collega Clint Eastwood non deciderà di andare andare in pensione. "Non ho alcuna intenzione di smettere - ha detto a Bang Showbiz - Clint Eastwood è uno dei miei migliori amici, scherziamo sempre sul ritirarci. Clint ha 81 anni e io gli dico sempre 'Ok Clint sei pronto ad andare in pensione quest'anno'? E lui dice 'Io no, e tu?'".

Parlando del suo nuovo film, 'War horse', basato sul romanzo di Michael Morpugo, Steven ha spiegato che la guerra non è centrale nella storia e le scene di battaglia ambientate nella Prima guerra mondiale occupano poco spazio nella pellicola. "Cosa la rende unica è che è una storia d'amore e una storia di guerra, ma non è una storia sulla guerra. Se lo si guarda bene, ci sono solo 15 minuti di combattimenti. Volevo che le famiglie vedessero il film, non c'è quasi sangue. Ho usato un approccio diverso - ha aggiunto, riferendosi a 'Salvate il soldato Ryan' - così per me è una combinazione di entrambi gli elementi. Coraggio e combattimento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata