Star di 'Glee' Cory Monteith trovato morto in hotel in Canada

Vancouver (Canada), 14 lug. (LaPresse/AP) - L'attore Cory Monteith, star della serie televisiva 'Glee', è stato trovato morto in una camera d'albergo di Vancouver, in Canada. Lo fa sapere la polizia. Il 31enne ad aprile Monteith era entrato volontariamente in un programma di riabilitazione per abuso di sostanze, da cui era uscito dopo poco tempo.

L'attore, interprete del quarterback Finn Hudson nella serie, è stato trovato morto al 21esimo piano del Fairmont Pacific Rim Hotel dal personale, dopo che non ha liberato la stanza in cui alloggiava. Secondo il vice capo di polizia Doug Lepard niente indica che la sua sia stata una morte violenta. Monteith era uscito con altre persone prima di rientrare in hotel e la polizia le sta interrogando. "Non abbiamo ancora molte informazioni sulla causa del decesso", ha spiegato la coroner Lisa Lapointe.

Lea Michele, co-star di Monteith in 'Glee' e sua fidanzata nella vita, aveva detto al magazine People di amarlo e supportarlo e di essere orgogliosa che lui cercasse aiuto per la sua dipendenza. Non era la prima volta in rehab per l'attore che aveva compiuto 31 anni l'11 maggio. Aveva già ricevuto cure quando aveva 19 anni e aveva già parlato della sua lotta alla dipendenza, affermando di avere un problema serio e di aver preso "di tutto e di più". Nel 2011 aveva anche ammesso con la rivista Parade di "essere fortunato di essere vivo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata