Snoop Dogg e Joe Montana si schierano contro l'uso armi da fuoco

San Francisco (California, Usa), 30 mag. (LaPresse/AP) - I rapper si schierano contro la violenza armata dopo l'ennesima sparatoria in una scuola negli Stati Uniti. Nel corso di una conferenza stampa a San Francisco, il rapper Snoop Dogg ha deciso di prendere la parola contro l'uso delle armi da fuoco. La campagna per vietare la diffusione e il conseguente uso delle armi da fuoco è stata lanciata all'indomani della sparatoria, avvenuta il 14 dicembre 2012, nella scuola elementare Sandy Hook a Newtown, nel Connecticut. Snoop Dogg si è fatto portavoce per convincere i giovani a stare lontani dalle armi.

Inoltre, la campagna vuole anche fare pressioni sui legislatori per arrivare all'approvazione di leggi che prevedano maggiori e obbligatori controlli. "E' una situazione che ci riguarda tutti - ha detto Snoop Dogg intervenendo alla conferenza stampa - non solo quando colpisce qualcuno della nostra famiglia. Le stragi che colpiscono le scuole dei bambini o l'ultima sparatoria avvenuta nella California del Sud sono scandalose. Dobbiamo fare qualcosa e per questo sono qui".

Ha preso parte alla conferenza anche il rapper Mc Hammer e il giocatore di football Joe Montana. Dopo la conferenza stampa si è aperta un'asta con dipinti di Snoop Dogg e articoli da football firmati da Montana per raccogliere fondi da destinare alla loro causa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata