Simon Pegg racconta della ricerca della felicità nel suo ultimo film

Londra (Regno Unito), 12 ago (LaPresse/AP) - "L'altro giorno ho mostrato il film ad alcuni miei vicini di casa e, la mattina dopo, mi hanno mandato una mail in cui mi dicevano: 'Questo film mi ha fatto pensare alla mia vita'. Penso che ti spinga a chiederti se sei felice, anche se tutto sommato ti senti felice". Sono queste le parole che l'attore Simon Pegg ha usato per raccontare le reazioni al suo ultimo film 'Hector e la ricerca della felicità', dove interpreta uno psichiatra depresso che fa trekking in giro per il mondo, alla ricerca del segreto della felicità.

"Credo sia bene ricordare - ha aggiunto l'attore - è che la comodità non corrisponde necessariamente alla felicità. Comfort e felicità sono due cose diverse. Hector infatti all'inizio di questo film ha una vita comoda, ma non è felice. Molti di noi vivono la stessa condizione".

L'attore ha viaggiato molto per le riprese del film e ha raccontato di Johannesburg: "C'era una sorta di incredibile capsula di Petri, (ovvero il vetrimo che si mette sotto il microscopio, ndr.) che racchiudeva felicità e infelicità. Si può trovare la felicità nei posti più strani, con persone con cui mai ti aspetteresti di poter essere felice". L'attore ha poi concluso dicendo: "Tutta la produzione del film è stata una sorta di percorso personale parallelo a Hector". 'Ettore e la ricerca della felicità' uscirà nel Regno Unito il 15 agosto il 2014.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata