Shia LaBeouf coinvolto in una rissa a Vancouver

Vancouver (Canada), 18 ott. (LaPresse) - È normale amministrazione per un attore di action movie alzare il gomito e trovarsi a fare a pugni, ma in genere succede davanti alla macchina da presa. Invece è quanto è successo davvero a Shia LaBeouf, in Canada.

Venerdì scorso la star di 'Transfomers' è stato coinvolto in una enorme rissa da bar a Vancouver, dove sta attualmente girano il thriller politico 'The Company You Keep'. Era da solo al Cinema Public House, dove è scattata una colluttazione con altri avventori; Shia e uno dei clienti, noto solo come Mike, sono stati buttati fuori dal locale dalla sicurezza. "Si è confrontato con un paio di persone - una fonte ha riferito a Radaronline - si è preso qualche pugno in faccia. Era chiaramente molto ubriaco".

Secondo i testimoni, dopo che i due sono stati espulsi dal locale, Mike ha notato Shia che aspettava un taxi e lo ha attaccato prima che alcuni astanti lo fermassero, anche se hanno trovato difficoltà a calmare l'attore 25enne. La fonte ha aggiunto: "Il tizio che lo ha bloccato ha dovuto dirgli qualcosa come 'Datti una calmata o ti dovrò stendere'. Allora Shia ha alzato le mani e si è arreso".

LaBeouf non è nuovo a questo genere di scene. Lo scorso febbraio, in California, è stato ammanettato fuori dalla Mad Bull's Tavern in Sherman Oaks dopo un alterco scatenato quando un ubriaco lo ha insultato pesantemente, ma ha minimizzato l'incidente come uno scherzo tra ubriachi. "Sono uscito per fumare una sigaretta - aveva spiegato - ero con alcuni amici. Alcuni ragazzi mi hanno istigato, mi hanno insultato, questo è tutto. Non li conoscevo. Era solo una situazione imbarazzante. Non cerco di sfidare chiunque. La gente si ubriaca e va fuori di testa". Lo scontro è finito quando un addetto alla sicurezza lo ha bloccato e lo ha consegnato a dei poliziotti che erano nelle vicinanze, anche se non ci sono state né denunce né arresti. In precedenza, l'attore è stato arrestato nel 2007 per guida in stato d'ebbrezza nel 2008 per violazione di domicilio, dopo essere stato trovato ubriaco, per aver rifiutato di lasciare una farmacia di Walgreen a Chicago.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata