Shia Labeouf arrestato a Broadway per minacce a pubblico ufficiale

New York (New York, Usa), 27 giu. (LaPresse/AP) - Il carattere turbolento di Shia Labeouf ha colpito ancora. L'attore è stato allontanato dallo Studio 54 di Manhattan dove era in corso una replica dello show di Broadway 'Cabaret' ed è stato arrestato dalla polizia per condotta sregolata e minacce a pubblico ufficiale, venendo portato via dal teatro in manette.

Il 28enne protagonista della serie di 'Transformers' si trovava in sala per vedere lo spettacolo in cui recita la sua amica Michelle Williams e Alan Cumming, ma non ha fatto in tempo a vedere la fine del primo tempo. Un portavoce dello show ha detto che Labeouf "disturbava durante il primo atto" ed è stato scortato fuori dal teatro durante l'intervallo. Al momento si trova ancora sotto custodia della polizia.

I siti di gossip si sono scatenati a ricostruire quanto accaduto. Da quanto riporta Page Six, l'attore che è stato tra i protagonisti anche di 'Nymphomaniac' e 'Wall Street - Il denaro non dorme mai', avrebbe preso a scappelloti alcuni spettatori dello show a avrebbe fumato una sigaretta in sala. Alcuni utenti di Twitter, da quanto riportato dal sito di gossip Hollywood Life, hanno invece riferito sul social network che trattasse di uno spinello.

Secondo Page Six, quando le forze dell'ordine sono intervenute, l'attore era "incoerente" e "molto agitato": ha cercato di allontanarsi ma è caduto a faccia in giù. I poliziotti lo hanno quindi preso in custodia. Da quanto riferisce pagina di gossip del New York Post, l'attore arrivato alla stazione di polizia sarebbe diventato aggressivo, richiedendo che gli venissero tolte le manette, insultando e minacciando i poliziotti e affermando "Ho milioni e milioni di dollari e avvocati, vi rovinerò la carriera".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata