Selena Gomez accusa uomo di stalking, ma lui viene prosciolto

Los Angeles, (California, Usa), 17 nov. (LaPresse/AP) - E' stata respinta ieri, da un giudice di Los Angeles, la causa contro un uomo accusato di stalking nei confronti di Selena Gomez. Secondo la sentenza del giudice, l'uomo non intendeva provocare alla cantante paura o timori. Thomas Brodnicki, 46 anni, è stato accusato a inizio di questo mese di aver pedinato la Gomez tra luglio e ottobre. La star non era presente durante l'udienza preliminare di ieri quando il pubblico ministero cercava di dimostrare che c'erano sufficienti elementi per processare Brodnicki.

L'uomo ha alle spalle una storia di cure psichiatriche. Gli operatori di salute mentale hanno comunicato alle autorità che durante una seduta psichiatrica, l'uomo aveva minacciato di voler uccidere la starlette. "Ci siamo strenuamente opposti al respingimento della causa", ha riferito il portavoce del procuratore distrettuale Sandi Gibbons. Il giudice della corte suprema Edmund Willcox Clarke Jr. ha concluso dicendo che Brodnicki "non aveva intenzioni di fare paura" alla ragazza.

Gibbons ha inoltre aggiunto che ora stanno valutando varie opzioni come riprendere il caso più avanti. L'ordine restrittivo, che impone a Brodnicki di rimanere ad almeno 100 metri di distanza dalla cantante, resta in vigore. E una prossima udienza, prevista per il 23 novembre, stabilirà se il provvedimento dovrà permanere per i prossimi tre anni. La Gomez aveva scritto in una dichiarazione giurata di essere "estremamente impaurita" da Brodnicki.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata