Scozia: cresce il fronte del sì all'indipendenza, ma i bookie bocciano il referendum
Roma, 9 set. - Mancano meno di dieci giorni al referendum che si svolgerà in Scozia per decidere l'indipendenza politica dal Regno Unito: i favorevoli alla separazione sono passati in poche settimane dal 18% a oltre il 30% e, per la prima volta, i nazionalisti sono in vantaggio nei sondaggi. «Ho sempre pensato che potessimo vincere, i sondaggi sono molto incoraggianti», ha detto Alex Salmond, capo del governo di Edimburgo. I bookie però sono convinti che vincerà il "no" all'indipendenza (un'ipotesi a 1,40 su Paddy Power), con il "sì" più lontano a 2,87. (Agipronews)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata