Scommesse, Berlusconi: per i bookie grazia a 1,65, l'addio alla politica a 2,20
Roma, 2 ago. - Ieri la condanna, in futuro probabilmente la grazia da Giorgio Napolitano. È questa, dopo la sentenza della Corte di Cassazione, l'opzione più probabile dei bookmaker internazionali, che hanno aperto le scommesse sugli scenari dopo la sentenza su Silvio Berlusconi nel processo Mediaset. E secondo la sigla "b2875", nonostante il Quirinale in passato abbia escluso qualsiasi procedimento in atto, la grazia per l'ex Premier si gioca solo a 1,65. Tra le altre ipotesi in ballo, il voto del Senato sulla decadenza della carica di parlamentare: il suo "esilio politico" è piazzato a 1,80. Nel videomessaggio diffuso ieri, il Cavaliere (tra l'altro si punta anche sulla perdita di tale titolo, opzione da 20,00) ha promesso di tenere duro, ma i quotisti danno come probabile anche il suo ritiro dalla scena politica, bancato a 2,20. Le quote salgono ancora man mano che si analizzano altre conseguenze: un'altra condanna da un tribunale italiano, entro il 2013, è a 2,85, a 3,45 l'ipotesi che Berlusconi deciderà di scontare la sua pena affidandosi ai servizi sociali. Nonostante la condanna, i bookmaker non vedono per il momento il pericolo che il Partito Democratico rompa l'alleanza di Governo, possibilità data a 6,00. Infine, i quotisti pensano già al successore di Silvio Berlusconi alla guida del centro destra e come candidato ideale alle prossime elezioni vedono sua figlia Marina, su cui si gioca a 1,85. A un soffio da Guido Barilla (a 1,95), altro nome che sta circolando. Decisamente meno appetibile la candidatura di Angelino Alfano, piazzata a 10,00.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata