SCHEDA Robin Williams, i mille volti da Mrs. Doubtfire a Patch Adams

San Francisco (California, Usa), 12 ago. (LaPresse/AP) - Nato nel 1951 a Chicago, Robin Williams ricordava se stesso come un bambino timido le cui doti di attore emersero fin da piccolo, quando fece ridere la madre imitando la nonna. Alla scuola superiore partecipò a un gruppo di teatro e poi fu ammesso alla Juilliard Academy a New York, una delle scuole di spettacolo più famose al mondo. Qui frequentò diversi corsi in cui l'insegnante era l'attore John Houseman e gli unici allievi erano lui e Christopher Reeve, celebre interprete dei film di Superman.

Dopo aver cominciato con la serie tv 'Mork & Mindy', che andò in onda dal 1978 al 1982, Robin Williams passò al grande schermo. Ma la sua carriera restò molto versatile, continuando a spaziare dal cinema alla tv, al teatro a Broadway e interpretando i ruoli più diversi, da quelli comici a quelli più seri. In 'Good morning, Vietnam' del 1987, era un dj che va a lavorare nella radio delle forze armate durante la guerra del Vietnam, interpretazione che gli valse la sua prima nomination agli Oscar. Due anni dopo ruolo serio nel film 'L'attimo fuggente' ('Dead poets society' in inglese) del 1989, in cui fece la parte di un professore di poesia che agli studenti di una scuola del Vermont insegnava a pensare da sé e a cogliere l'attimo; con questa pellicola Williams ottenne la seconda nomination agli Oscar. Nel 1991 fu la volta di 'Mrs. Doubtfire' in cui Williams, papà che non poteva vedere i figli a causa del divorzio, si travestiva nella sessantenne Mrs. Doubtfire, che interpretò in modo travolgente. Nel 1992 interpretò 'Aladdin'.

L'Oscar come migliore attore non protagonista arrivò invece con il ruolo serio di 'Will Hunting, genio ribelle', del 1997. In questo film Williams è il dottor Sean McGuire, che aiuta Will Hunting, un ragazzo prodigio ma problematico interpretato da Matt Damon. Solo un anno dopo arrivò il successo con 'Patch Adams', in cui interpretava un dottore che pratica la risoterapia travestito da clown negli ospedali. Recentemente, nel 2006, era comparso nel film 'Una notte al museo' con Ben Stiller, interpretando il presidente Usa Theodore Roosevelt. Ad aprile scorso Fox 2000 aveva fatto sapere che stava lavorando a un sequel di 'Mrs. Doubtfire' e che era in contatto con Robin Williams. Ad autunno scorso l'attore era tornato sul piccolo schermo comparendo nella sit-com 'The crazy ones' su Cbs; ma fu solo per un breve periodo, perché la serie fu cancellata dal palinsesto dopo una stagione.

I vicini di casa di Tiburon, nella zona della baia di San Francisco, scossi dalla notizia improvvisa, ricordano che Robin Williams si vedeva spesso in bicicletta in giro per il quartiere. Raccontano che era molto cordiale e si fermava spesso a chiacchierare. Una cosa che non faceva mai, dicono i residenti, è comportarsi come una celebrità. "Stava veramente simpatico a tutti i vicini, apprezzavo davvero la sua gentilezza", dice Daniel Jenning, che vive nella stessa strada dell'abitazione dell'attore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata